250
Bella senz’anima, il PSG è un po’ così: tanto talento e poco cuore. Non si spiegano che in questo modo i numerosi fallimenti che i francesi hanno raccolto negli anni a fronte degli investimenti prodotti. Tanta spesa e poca resa, ecco perché diventa importante mettere dentro quello spogliatoio qualcuno che sappia riposizionare nuovamente il calcio e il sudore al centro di tutto. Un uomo avverso al protagonismo delle prime donne che vestono la maglia del PSG. Partendo da questo presupposto, è uno solo il nome che salta alla mente: quello di Antonio Conte da Lecce. Il tecnico/comandante che ha come dote principale quella di trasferire al gruppo che allena la propria cultura del lavoro e la maniacale cura dei dettagli. 

L'UOMO IDEALE - Ecco perché i primi contatti sono già stati avviati. Conte potrebbe fare leva sulla clausola voluta all’interno del suo contratto, che gli consentirà di lasciare il Tottenham al termine di questa stagione, anche se gli inglesi proveranno a trattenerlo. L’ipotesi PSG lo affascina non poco, da quelle parti non mancano grandi risorse economiche e passione. Il top per uno come Conte, che punta ogni giorno a migliorare e migliorarsi. A Parigi hanno bisogno di lui per invertire un trend pericoloso e Conte è tutt’altro che contrariato all’idea.