Clamoroso in Paraguay: una storia d'amore omosessuale si è mischiata a un rapporto lavorativo nel mondo del calcio e quel che ne è uscito è un cocktail effervescente che ha creato grande scalpore in Sudamerica. Una vera e propria telenovela di amori nascosti, coppie in crisi e un presidente e un calciatore che prima diventano amanti e poi nemici.

VOLANO GLI STRACCI - Ma andiamo con ordine: Antonio Gonzalez, il patron del Rubio Ñu de Luque, club paraguayano della massima serie, si è invaghito di Gabriel Bernardo Caballero, un giocatore della sua stessa squadra. Su Facebook sono spuntate le foto intime della coppia, immortalata nello stesso letto, l'uno appoggiato al petto dell'altro: subito dopo è scoppiato il caos, sia per le foto intime della coppia diffuse in rete, che per le minacce del presidente al proprio tesserato.

'NON GIOCHERAI PIU' A CALCIO' - Gonzalez ha infatti pubblicato due video su Facebook nei quali attacca innanzitutto l'agente del giocatore, coprendolo di insulti, e poi l'atleta stesso:"Sarò onesto, per me Bernardo Caballero era una persona speciale. Sì, era il mio compagno e godeva di ogni privilegio. Ha guidato macchine che mai si sarebbe sognato. Poi improvvisamente ha chiesto di andarsene perché ha incontrato una vecchia pazza (Valentin, il procuratore di Caballero, ndr)". Poi la scena cult del video nel quale strappa il contratto del giocatore: "Ecco, questo è il tuo contratto, credi di prenderti gioco di me? Dimenticati di giocare a calcio".