Commenta per primo

Un eurogol di Pucino al 12' (destro a volo dal limite) fa volare il Varese e condanna il Bari alla zona play out. Netto il successo dei lombardi, che nel primo tempo avrebbero potuto dilagare se Lamanna non avesse limitato i danni pugliesi e nella ripresa resistono contenendo le sofferenze, malgrado l'inferiorità numerica accusata fin dal 53' per l'espulsione di Damonte. Preoccupante l'involuzione del Bari, che ha perso gioco, smalto, intensità. I biancorossi costruiscono qualcosina solo nel finale imbattendosi in un grande Bressan (miracoloso su Rossi e nel deviare sul palo un colpo di testa di Ceppitelli). I pochi presenti al San Nicola hanno contestato duramente squadra, società e dirigenti.

BARI

Il difensore del Bari, Luca Ceppitelli: 'Siamo in un momento davvero difficile. Ci gira tutto storto. Paghiamo ogni errore e ci imbattiamo puntualmente nelle giornate di grazia dei portieri avversari. Possiamo venir fuori da questa classifica, ma bisogna recuperare la serenità e la convinzione che avevamo ad inizio stagione. Ora ognuno di noi deve dare qualcosa in più, anche dal profilo caratteriale'.

VARESE

Il tecnico del Varese, Fabrizio Castori: 'Era importante conquistare i tre punti contro un avversario mai domo. La sconfitta del Verona, peraltro, ci dà ancora più entusiasmo verso i playoff. Siamo partiti forte, abbiamo avuto un inizio intenso e aggressivo che ha sorpreso il Bari: potevamo anche arrotondare il risultato in contropiede. Rimasti in dieci, abbiamo sofferto: ma lì è emerso il carattere del gruppo. Ci abbiamo messo il cuore e anche Bressan è stato decisivo con alcuni interventi'.