Commenta per primo
Al "Cabassi" i padroni di casa del Carpi superano per 3-0 il Brescia. I biancorossi guidano ora la classifica con 74 punti, che consentono loro di avere 15 lunghezze di vantaggio su Vicenza e Bologna appaiate a quota 59. Gli emiliani potrebbero festeggiare l'aritmetica promozione in serie A già nel prossimo turno sul campo del Frosinone, quarta forza del campionato, ma con una gara in meno. Complicata, invece, la situazione dei lombardi, che con 32 lunghezze si trovano in zona retrocessione e sono contestati dai parecchi tifosi presenti nell'impianto carpigiano. La capolista si porta presto in vantaggio: al 9' Mbakogu conclude nel migliore dei modi un contropiede superando Arcari con un gran pallonetto. Poco dopo Calori perde Budel per infortunio, al suo posto entra Bertoli. I padroni di casa continuano a spingere e al 18' Pasciuti raddoppia coronando una magnifica azione personale. Il Carpi allenta leggermente il ritmo e gli ospiti sfiorano il gol con una favolosa acrobazia di Corvia. Poco più tardi lo stesso attaccante bresciano viene espulso dall'arbitro Sacchi che lo considera reo di aver rifilato un colpo proibito a Gagliolo. Subito dopo Castori è costretto a sostituire un claudicante Romagnoli con Sabbione. Nella ripresa la capolista controlla agevolmente il match e al 61' Lasagna trova la rete del 3-0 con un gran tiro che sbatte sul palo e si infila alle spalle di Arcari. Il resto della gara è pura accademia emiliana. Nel finale Castori concede a Laner di fare il suo debutto stagionale con la maglia biancorossa inserendolo al posto di Porcari. Dopo due minuti di recupero Sacchi decreta la fine delle ostilità, facendo esplodere l'ennesima festa del campionato emiliano.

CARPI

L'allenatore del Carpi, Fabrizio Castori: "Abbiamo affrontato la partita con il piglio giusto e con la giusta concentrazione. Non era facile battere il Brescia, una squadra di qualità, che lotta per la salvezza e che arriva da risultati positivi. Noi non abbiamo concesso nulla alla superficialità, siamo stati concentrati e determinati fin da subito. Giusta l'espulsione di Corvia? Io sinceramente non ho visto l'episodio, quindi non lo so. Stando a quello che mi ha detto Gagliolo ha ricevuto un pugno, ma io non ho visto e non posso giudicare. Il rientro di Laner? Finalmente ha dato un calcio alla sfortuna, gli ho fatto respirare l'aria del campo e sono contento perché so che è un giocatore importante che ha avuto un'annata sfortunata. Gli auguro di tornare ad essere quel grande giocatore che è".
Il centrocampista del Carpi, Filippo Porcari: "Abbiamo affrontato la partita nel migliore dei modi. Il mister l'ha preparata benissimo. L'espulsione di Corvia ci ha agevolato e noi abbiamo giocato la sfida come dovevamo fare: con intelligenza, con concretezza e grande carattere. Come affrontare la trasferta di Frosinone? Con lo stesso spirito che ci ha contraddistinto fino ad ora, perché non abbiamo ancora vinto niente e finché la matematica non ci premierà noi certamente non festeggeremo, e poi anche una volta raggiunto l'obiettivo continueremo a fare il nostro lavoro come abbiamo fatto fino adesso".

BRESCIA

Nessun tesserato del Brescia si presenta in conferenza stampa.