Commenta per primo
Un Empoli cinico e spietato supera il Verona per 1-0 e si avvicina concretamente alla salvezza matematica. Ritmi non elevati ma tante occasioni da gol, almeno due per parte, nella prima frazione. Per i padroni di casa la più clamorosa arriva al 36’: dopo una veloce azione di contropiede, Pucciarelli appoggia in area per Croce che si ritrova a tu per tu con Gollini, il centrocampista azzurro però non è freddo e si fa intercettare la conclusione. Al 43’ Verona vicinissimo al vantaggio con Wszolek: il polacco, pescato in area da Viviani, arriva davanti a Pelagotti ma calcia con poca convinzione sprecando una ghiotta occasione. Inizia la ripresa e all’Empoli basta il primo affondo al 50' per andare in vantaggio: dopo un'azione manovrata la palla arriva a Saponara che la gira a Maccarone in area, destro secco sul primo palo e Gollini è battuto. Il Verona prova a reagire ma non va oltre due deviazioni di Samir e Gomez che non trovano fortuna.
 
EMPOLI
 
Il portiere dell'Empoli, Alberto Pelagotti: "E' stata una gara difficile, mi aspettavo un Verona molto agguerrito ma credevo di avere meno lavoro. Fortunatamente è andata bene anche oggi e grazie a questi tre punti possiamo dire di aver centrato la salvezza. Ancora non è matematica ma non credo che le squadre che abbiamo dietro non possano arrivare in alto dove siamo noi, quindi siamo davvero molto contenti per questo risultato. Sono felice per la mia prestazione ma soprattuto sono contento perchè mi sono fatto trovare pronto in queste partite in cui sono stato chiamato in causa dopo mesi di attesa. Ho lavorato alla grande in allenamento in questa stagione e grazie all'aiuto del mio preparatore sono riuscito a gestire le emozioni. Pensavo di entrare in campo molto più teso, ma così non è stato e anche le prestazioni ne hanno beneficiato". 
 
HELLAS VERONA
 
Il portiere dell'Hellas Verona, Pierluigi Gollini: "Sono soddisfatto per la mia prestazione e per le parate che hanno permesso alla squadra di rimanere per almeno un tempo sullo 0-0. Sarei stato più contento se fossi riuscito anche a prendere il tiro di Maccarone, ma purtroppo così non è stato. È un peccato perché credo che sia stato un buon Verona e credo che la sconfitta non sia meritata. Questa stagione è iniziata male ed è finita peggio. Abbiamo avuto sfortuna, tanti infortuni, ma la verità è che abbiamo fatto troppi pochi punti, poche vittorie e adesso dobbiamo solo cercare di finire al meglio questa stagione. Il mio futuro? Al momento non ci penso, anzi ho chiesto al mio procuratore di lasciarmi fuori dalle voci di mercato. So che ci sono tante squadre interessate a me, ma ciò che ora mi interessa è restare concentrato al cento per cento e chiudere meglio possibile questa stagione".