Commenta per primo
Successo meritato per il Frosinone, che al "Matusa" supera 2-1 il Bologna e blinda il secondo posto portandosi a +4 dai rossoblù e dal Vicenza. Al primo affondo i ciociari si portano in vantaggio: Carlini serve Daniel Ciofani, bella rovesciata sulla quale si avventa Soddimo che insacca. Al 5' i felsinei ristabiliscono la parità con Ceccarelli che batte Zappino sugli sviluppi di un calcio d'angolo. La squadra di Stellone non molla e al 15' si riporta avanti con Blanchard che insacca di testa su cross dalla sinistra di Soddimo. Il Bologna cerca di tenere il possesso palla, ma concede spesso pericolose ripartenze ai ciociari. Al 75' splendida azione di contropiede del Frosinone con Carlini che appoggia a Dionisi, conclusione a Coppola battuto ma il palo nega la gioia del gol al numero 18 giallazzurro. Nel finale l'ex di turno Sansone rimedia il secondo giallo e viene mandato anzitempo negli spogliatoi dall'arbitro Pinzani.

FROSINONE

Il tecnico del Frosinone, Roberto Stellone: "Vittoria bellissima venuta dopo una grande gara da parte di tutti quanti. Abbiamo messo in campo intensità e concentrazione contro una squadra che fuori casa aveva fatto meglio di tutti. Questo risultato è ancora più importante visto il pareggio del Vicenza. Infortuni? Nessun infortunio, solo crampi per Federico Dionisi e Matteo Ciofani. Secondo posto? Penso che abbiamo un buon vantaggio. Dipende solo da noi adesso. È normale che abbiamo questo piccolo vantaggio ma vogliamo scendere in campo a Cittadella per mantenere queste distanze. Ci aspettano tre partite difficilissime. Non dobbiamo calare l'attenzione e sentirci appagati, altrimenti si rischia di fare pessime figure. Stiamo bene di gambe e di testa, daremo l'anima per centrare questo obiettivo fantastico. Quando tutti giocano così, è molto probabile che vinci le partite e oggi l'abbiamo vinta. Prima c'era la speranza, adesso c'è la possibilità. Dipende da noi".
BOLOGNA

L'allenatore in seconda del Bologna, Michele Fini (Diego Lopez era squalificato): "Secondo me la partita non è cambiata dopo l'1-0, siamo stati bravi a ottenere subito il pareggio. Abbiamo giocato bene, poi il secondo gol ci ha levato un po' di lucidità rispetto a quello che si doveva fare. Gli ultimi venti minuti andavano gestiti meglio per agguantare il pareggio. La squadra ha dimostrato che durante l'anno i risultati sono arrivati grazie al gioco di squadra. Non dipendiamo dalle individualità, poteva esserci questa impressione perché qualcuno ha tentato la giocata individuale. Il Frosinone soprattutto in casa è difficile da affrontare, ma il fattore ambientale conta fino a un certo punto. La partita si gioca undici contro undici. Il Frosinone difende bene e riparte altrettanto bene, ha giocatori di categoria. Mancano tre partite, i giochi sono ancora aperti. Dal canto nostro cercheremo di fare il massimo in queste ultime tre gare".