Commenta per primo

Vittoria importantissima guadagnata dalla Juve Stabia che batte lo Spezia avvicinandosi all’obiettivo salvezza in maniera prepotente. Gara che si sblocca subito. Due minuti, calcio d’angolo per la Juve Stabia, stacca Romagnoli che infila di testa il proprio portiere. Lo Spezia sbanda e i padroni di casa ne approfittano con Zito che raccoglie in piena aerea un tiro sbagliato di Caserta e, in diagonale, trova il raddoppio al minuto11. Ora la gara per gli ospiti è tutta in salita. Antenucci e soci fanno fatica a farsi vedere dalle parti di Seculin. Nella ripresa la gara, però, cambia, quando Okaka raccoglie in area, elude l’intervento di Figliomeni e batte da due passi l’estremo difensore gialloblu. La Juve Stabia tiene e riparte e più volte sfiora il tris, lo Spezia pure ci prova ma la gara finisce 2-1 in favore degli uomini di Braglia che festeggiano sotto la curva occupata dai propri tifosi.

JUVE STABIA

Il presidente della Juve Stabia, Franco Manniello: ‘Abbiamo fatto un’ottima gara. Ero preoccupato perché avevamo di fronte una squadra forte. Abbiamo sofferto un po’ nel secondo tempo anche se, devo dire, che veri e proprio pericoli non ne abbiamo corsi, eccezion fatta per il gol di Okaka. Ora bisogna restare con i piedi per terra perché il campionato non è ancora finito. Questo è un campionato difficile e anche oggi ce ne siamo accorti’.

SPEZIA

L’allenatore dello Spezia, Luigi Cagni: ‘Ogni volta che andiamo in difficoltà iniziamo a commettere tanti errori e questo non va bene. E’ successa esattamente la stessa cosa anche oggi. Non è ancora finita, abbiamo sei partite da giocare e, di queste, quattro le avremo in casa. Per questo sono fiducioso anche se ho bisogno di parlare con la squadra per evitare che si verifichino sempre gli stessi errori’.