Commenta per primo

Poker squillante del Carpi, che espugna l'Euganeo di Padova con una gara perfetta contro i biancoscudati di Mutti ormai allo sbando. Primo tempo equilibrato tra veneti ed emiliani, con tante occasioni da rete. Dopo pochi secondi di gioco ci prova Cuffa da fuori area, ma la sua mira è da dimenticare. Ancora biancoscudati pericolosi al 7' con una punizione di Pasquato fuori di poco e al 13' con un missile di Pasquato respinto da Colombi in angolo. Si fa vedere anche il Carpi al 14' con una punizione di Sgrigna, su cui nessun compagno interviene nell'area piccola. Ancora Sgrigna su punizione con pallone alto sulla traversa al 20'. La formazione di Vecchi comincia a premere sull'acceleratore con un siluro di Lollo a fil di palo al 22' e con un tiro di Ardemagni da dentro l'area deviato di piede da Mazzoni al 27'. Cinque minuti più tardi è sempre Ardemagni a tentare la via della rete con una pregevole rovesciata fuori misura su angolo di Sgrigna. Al 42' rigore per gli emiliani con l'atterramento di Ardemagni da parte di Di Matteo: dal dischetto Sgrigna spiazza Mazzoni e porta in vantaggio il Carpi. Neanche il tempo di gioire per gli ospiti che due giri di lancette dopo Gavillucci di Latina assegna un altro rigore per il Padova (fallo di Pesoli su Di Matteo), con Musacci che trasforma dagli undici metri per l'1-1 alla fine della prima frazione di gioco. Al 47' della ripresa ancora rigore per il Padova (fallo di Lollo su Rocchi), ma Musacci si fa parare il tiro dal dischetto. Il Carpi non si scompone e ritorna in vantaggio al 53' con un rasoterra di Pasciuti grazie alla complicità di Mazzoni. Mutti inserisce la carta Vantaggiato per lo spento Improta, ma il risultato non cambia. Anzi è la formazione di Vecchi a triplicare al 70' con un gran tiro di Lollo sotto l'incrocio dei pali. Al 78' c'è gloria anche per l'ex Ardemagni, che deposita in rete con un rasoterra angolato dopo una veloce azione di contropiede. Alla fine fischi del pubblico di casa all'indirizzo dei biancosudati con vivaci contestazioni all'allenatore Mutti e al presidente Penocchio.

PADOVA

Il centrocampista del Padova, Matias Cuffa: 'Chiediamo scusa a tutti i tifosi biancoscudati per questa brutta prestazione. Nessuno rema contro l'allenatore Mutti e siamo tutti responsabili di questa situazione negativa. C'è tanto da lavorare, ma dobbiamo rimanere tutti uniti nello spogliatoio. Possiamo ancora salvarci, mancano tante giornate alla fine del campionato'.

L'attaccante del Padova, Tommaso Rocchi: 'Dopo un buon primo tempo, siamo crollati nella ripresa dopo il nostro rigore sbagliato e il loro gol subito sei minuti dopo. Ciò ci ha tagliato praticamente le gambe, e non siamo stati più capaci di reagire. Dobbiamo cambiare rotta, anche se c'è molta delusione tra i tifosi per la nostra prestazione non all'altezza. Dobbiamo fare solo un esame di coscienza e cercare di uscire fuori da questa situazione difficile di classifica. Ci manca un po' di tranquillità per la mancanza di risultati favorevoli, ma siamo ancora in tempo per salvarci'.

CARPI

L'allenatore del Carpi, Stefano Vecchi: 'Sognamo con ambizione un posto nei play-off, anche se dobbiamo ancora raggiungere la salvezza. Oggi abbiamo fatto un altro passo importante verso la quota salvezza matematica. Abbiamo fatto un mercato importante e si è visto in campo. Sopra di noi ci sono solo cinque-sei corazzate che si giocheranno fino alla serie A. Noi non siamo una piazza importante come possono essere Avellino o Pescara, ma abbiamo una società seria, con programmi precisi. Ringrazio tutti i miei giocatori per l'ottima prestazione di oggi'.

Il centrocampista del Carpi, Lorenzo Pasciuti: 'Sul mio gol ho avuto una gran palla da Lollo e mi è andata bene tirando in porta anzichè metterla in mezzo. Dopo la lunga sosta di gennaio abbiamo perso contro la Ternana, ma oggi ci siamo rifatti con gli interessi a Padova. Stavamo tutti bene e lo abbiamo dimostrato in campo. Penso di aver stabilito un record con un gol segnato in tutte le categorie dalla B alla D con la maglia del Carpi in quattro anni e mezzo'.

Il centrocampista del Carpi, Lorenzo Lollo: 'Ho fatto un gol importante e bello, che ha di fatto chiuso la partita sul 3-1. Il secondo rigore fischiatoci contro per un mio presunto fallo su Rocchi non c'era secondo me: c'è stato un contatto ma non da rigore, e per fortuna che Colombi ha parato il tiro dal dischetto a Musacci. Oggi ho fatto anche sue assist e sono particolamente felice per la mia prestazione. Dedico la vittoria ai nostri tifosi'.