Commenta per primo
Passo falso per il Pescara di Serse Cosmi, che impatta 2-2 contro una Reggina tutt'altro che rassegnata. La gara degli adriatici non è delle migliori, visto anche l'approccio poco convinto della squadra di Cosmi, colpevole di aver sottovalutato troppo un avversario che del reparto offensivo oggi ha fatto la sua forza con Di Michele e Sbaffo su tutti. Nel momento di maggior pressione della Reggina il Pescara sblocca il risultato al 20' grazie a Brugman, abile a raccogliere una respinta della difesa ospite e calciare dal limite dell'area un diagonale chirurgico che l'ex Pigliacelli può solo raccogliere dal fondo della rete. Nell'azione del gol ottimo il lavoro dell'ariete Sforzini, che aveva inizialmente protetto il pallone e poi calciato addosso a Lucioni, con Brugman lesto a raccogliere la respinta. La maggior pressione però premia la Reggina, che dopo due minuti perviene al pareggio grazie al capitano Di Michele che trafigge Belardi dopo un cross dalla lunga distanza di Sbaffo che sorprende tutta la retroguardia biancazzurra. La gara si stabilizza e la prima frazione si conclude solo con l'acuto di Ragusa che calcia al lato un cross invitante di Balzano dall'out di sinistra. Proprio Ragusa era subentrato al 26' a Rossi, vittima di un infortunio muscolare. Nella ripresa la squadra di Cosmi continua a non incidere, e la Reggina chiude bene ogni spazio, regalando quasi nulla agli avanti abruzzesi. Al 76' l'occasione più ghiotta del Pescara con Ragusa che centra il palo esterno della porta difesa da Pigliacelli, dopo un cross perfetto di Balzano. La partita nelle battute finale si riaccende, precisamente all'86' con Mascara che riporta in vantaggio i suoi con una girata al volo di destro su una sponda aerea di Bocchetti, scaturita da un calcio d'angolo di Cutolo. La gara però regala ancora emozioni perchè la Reggina non molla la presa e pareggia all'87' con Fishnaller, che tutto solo nell'area piccola buca di testa Belardi e regala il pareggio ai suoi, sugli sviluppi di un calcio di punizione.

PESCARA

Il tecnico del Pescara, Serse Cosmi: 'C'è tanta rabbia per come è andata a finire. La Reggina all'inizio ha iniziato molto bene la partita e noi siamo riusciti ad andare in vantaggio immeritatamente, perché fino a quel momento i nostri avversari non avevano demeritato. Poi nei minuti finali siamo riusciti a tornare in vantaggio, ma poi non abbiamo avuto tempo di amministrare perchè la Reggina ci ha puniti di nuovo. Non posso concepire il gol del pareggio, arrivato con un giocatore che è rimasto tutto solo in piena area di rigore, su una punizione calciata dalla lunga distanza'.
REGGINA

Il tecnico della Reggina, Francesco Gagliardi: 'I ragazzi oggi sono stati encomiabili. La squadra sta crescendo giorno dopo giorno, e la gara di oggi ne è la riprova. Venire qui e strappare un punto ad una squadra forte come il Pescara farà sicuramente crescere l'autostima dei ragazzi. La reazione è stata quella giusta; siamo un gruppo giovane con ragazzi che stanno facendo esperienza e quindi mi ritengo molto soddisfatto. Noi siamo ancora vivi e lo abbiamo dimostrato; ora ci aspetta una settimana intensa di lavoro per preparare al meglio il prossimo incontro. Per ora non guardo la classifica; preferisco leggerla più in là'.