Commenta per primo

Il Toro vince ma spreca ancora molto, mentre il Bologna risulta impalpabile e va incontro ad un'altra sconfitta. I felsinei sono apparsi troppo rinunciatari nel gioco, troppo frammentario e scarsamente propositivo. L'1-0 granata è figlio di una prestazione attenta da parte degli uomini di Ventura che, tuttavia, non riescono a concretizzare la mole di gioco prodotta nell'arco dei 90 minuti. Nel primo tempo, infatti, nonostante un sostanziale predominio territoriale del Toro, il Bologna riesce a tenere senza troppe difficoltà il risultato di pareggio. Nella ripresa, invece, gli ospiti sembrano accusare un po' di paura, mentre i granata prendono coraggio: dopo l'uscita di Bianchi e Vives, con l'ingresso in campo di Meggiorini e Santana, il Toro sembra averne ancora di più. Proprio dai piedi dell'ex esterno del Napoli arriva così l'assist per il colpo di testa vincente di D'Ambrosio, che infila il suo secondo gol in Serie A e regala i tre punti al Toro. La reazione rossoblù c'è ma è di scarsa levatura: la difesa granata respinge con puntualità ed attenzione ogni possibile assalto, senza rischiare mai praticamente nulla.

TORINO

Il difensore del Torino, Danilo D'Ambrosio: 'Sono felice per questo gol, ma solo perché è servito alla squadra, che ha così potuto ottenere tre punti importantissimi. Il resto non conta, anche se fare gol sotto la Maratona, con la fascia di capitano addosso, è un'emozione incredibile. Se sono un esempio? Forse, ma questo gruppo è così. Tutti lavoriamo per farci trovare pronti per un'eventuale chiamata dell'allenatore'.

BOLOGNA

Il giocatore del Bologna, Alessandro Diamanti: 'Chi non ha voglia resti pure a casa. Qua ci si deve dare una svegliata. Questo non è solo un lavoro, ma una passione e non ha senso che ci vogliano 70 minuti per prendere coraggio: io e Gilardino là davanti eravamo troppo soli, come sempre. Dobbiamo prendere uno schiaffo per scuoterci, non ha senso'. Sull'allenatore, conclude sicuro: 'Noi siamo tutti con lui'.