100
Il forfait di Federico Chiesa (il comunicato della Juve) ha complicato i piani di Massimiliano Allegri per la partita contro il Napoli in programma sabato alle 18. Già con i sudamericani a mezzo servizio per le gare di qualificazione al Mondiale 2022 in programma stanotte, l'allenatore perde anche uno dei giocatori sui quali fa più affidamento: gli esami svolti oggi hanno escluso lesioni, ma il classe '97 non verrà rischiato per preservarlo in vista del debutto in Champions col Malmoe e del big match col Milan tra dieci giorni.

IDEA 3-4-3 - Intanto l'allenatore deve sciogliere ancora qualche dubbio per la sfida col Napoli di Spalletti, anche lui in emergenza a centrocampo (QUI le ultime). Allegri dovrà mettere mano un po' in tutti i reparti: una delle ipotesi c'è anche quella di un 3-4-3 senza nessun sudamericano dal primo minuto. Chiellini, Bonucci e de Ligt sulla linea difensiva, Bernardeschi e De Sciglio larghi sulle fasce con Rabiot e Locatelli al centro. Davanti avanzerebbe Kulusevski nel tridente insieme a Morata e Kean.
L'ALTRO MODULO - L'alternativa è il 4-4-2 con Juan Cuadrado di rientro da Barranquilla per la sfida tra Colombia e Cile e Mattia De Sciglio dall'altra parte; al centro de Ligt e uno tra Bonucci e Chiellini. Locatelli-Rabiot coppia centrale a metà campo, gli esterni Bernardeschi e Kulusevski, che rispetto alla prima soluzione giocherebbe qualche metro più indietro. Davanti Morata insieme a Kean, con Paulo Dybala pronto a entrare dalla panchina in caso di necessità. Allegri studia e valuta una doppia Juve: ultimi dubbi da risolvere, il big match col Napoli è alle porte.