Chi ha arbitrato davvero Sassuolo-Parma? L'arbitro Piccinini o il collega Chiffi che stava al Var? Il racconto della partita definirà in maniera netta chi dei due abbia inciso sugli episodi decisivi del derby emiliano che si è giocato al Mapei Stadium. Dobbiamo abituarci a partite così, decise prima dal Var, poi dall'arbitro, infine dai giocatori. In Sassuolo-Parma sono successe tante cose, alla fine il pareggio scontenta tutti, ma il timbro sul pomeriggio del Mapei Stadium è quello della coppia Piccinini (arbitro, alla 4ª presenza in A) e Chiffi (addetto al Var).

Ebbene: partenza col botto, Sassuolo in vantaggio. Su una conclusione in area di Ferrari, Matri - disteso a terra tra due difensori - interviene un po' col corpo e un po' di testa e devia in rete con una carambola che sorprende Sepe. Piccinini convalida il gol. Tutti a centrocampo pronti a ripartire. Anzi no. Tutti fermi. Al Var Chiffi suggerisce al collega di rivedere l'azione. Piccinini esegue. E annulla il gol. Matri - in effetti - è in posizione di fuorigioco. Di poco, ma la posizione del centravanti del Sassuolo è irregolare. L'altro episodio prende forma nell’area dei neroverdi. Barillà stoppa un pallone vagante, ma viene travolto da un intervento - in tackle con la gamba alta - di Bourabia. Per Piccinini è tutto regolare. E infatti lascia correre, tra le proteste dei giocatori del Parma, fino a che - ancora una volta - Chiffi (al Var) richiama la sua attenzione. Situazione simile a quella precedente. Il romagnolo Piccinini è costretto ancora una volta a tornare sulla sua decisione. E' rigore. Sul dischetto ci va Ceravolo, ma Consigli è bravissimo ad intuire la direzione del tiro del centravanti del Parma e respinge il tiro. Una curiosità su Consigli: è il 20° rigore parato in carriera (su 63 totali), il secondo consecutivo dopo quello respinto a Giaccherini in Sassuolo-Chievo 4-0. La percentuale - siamo attorno al 31,7% ci conferma che stiamo parlando di un eccellente para-rigori: più o meno una volta su tre Consigli vince la sfida con il rigorista che ha di fronte

Il Sassuolo - al terzo risultato utile consecutivo - ha giocato meglio, se non altro perché ha cercato il gol con più insistenza. Il Parma ha pagato l'assenza di tre uomini-chiave come Gervinho, Inglese e Bruno Alves: la squadra di D'Aversa ha raccolto solo due punti nelle ultime cinque partite, non vince dal 9 marzo, 1-0 al Genoa al "Tardini".

IL TABELLINO

Sassuolo-Parma 0-0 


Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Demiral, Ferrari, Peluso; Locatelli (44' st Djuricic), Magnanelli, Bourabia (15' st Sensi); Berardi, Matri (28' st Babacar), Boga. All. De Zerbi

Parma (4-3-3): Sepe; Gazzola, Iacoponi, Gagliolo, Dimarco; Rigoni (10' st Sprocati), Scozzarella, Barillà; Siligardi (1' st Gervinho), Ceravolo (33' st Bastoni), Kucka. All. D'Aversa

Arbitro: Piccinini di Forlì

Ammoniti: 7' st Matri (S), 30' st Scozzarella (P), 40' st Ferrari (S), 44' st Dimarco, 45' st Sensi (S).