Nella conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Cagliari Antonio Conte ha parlato del momento della Juventus: "Noi non ci consideriamo i soli che contenderanno lo scudetto ai rossoneri. Loro sono i favoriti quest'anno ma c'è un gruppo di squadre dietro, tra le quali la Juve, che cercano di lottare per obiettivi importanti". 

 
Borriello non è ancora pronto: "Deve lavorare ancora. La condizione fisica non è alla pari degli altri, ci vorrà del tempo, ancora non ho deciso se convocarlo. Può giocare con Matri, l'importante è che siano funzionali alla mia idea. Cosa penso dello striscione contro Borriello? Io, il calciatore e la società ci siamo prodigati a spiegare quello che è successo: Borriello non ha mai rifiutato la Juve. Mi aspetto coesione dentro e fuori dal gruppo. Il mio appello è che domani voglio sentire una bolgia allo Juventus Stadium, abbiamo bisogno del sostegno dei tifosi. E' un momento di crescita importante per noi".
 
Ride quando gli chiedono di Tevez: "Penso che per quello che riguarda l'attacco è stato fatto sul mercato quello che dovevamo fare. Non mi aspetto nessuna sorpresa. Tevez ha dei costi enormi. Noi abbiamo già fatto quello che dovevamo fare, per quello che possiamo fare".
 
Infine sull'ipotesi di Estigarribia terzino sinistro: "Abbiamo già una certezza che si chiama Paolo De Ceglie che nel nuovo sistema di gioco, per alcuni equilibri, si è ritrovato in panchina. Lui però mi dà grandissime certezze ma è inevitabile provare soluzioni alternative, una è quella di Estigarribia. Ha meno attitudini difensive ma è in grado di allargare le difese avversarie".