Commenta per primo

L'estate calda del mondo del calcio non si raffredda nemmeno all'interno degli studi dell'Interactive Group, che con la loro temperatura fresca hanno ospitato la serata di presentazione dei calendari della serie A. Un'estate calda, torrida. Tanto che in una serata di festa c'è spazio anche per chi, di far partire il campionato alle condizioni attuali non ci pensa proprio. L'associazione italiana calciatori, tramite il suo segretario Damiano Tommasi, lo annuncia a chiare lettere: “Noi siamo convinti – ha precisato – che il campionato comincerà quando l'accordo sarà concluso”. L'accordo in questione è quello di lavoro dei calciatori, tecnicamente denominato accordo collettivo, che la Lega Calcio ha già individuato da tempo ma che manca ancora del placet da parte della Aic.

Il ping pong mediatico tra il presidente della stessa Lega, Maurizio Beretta e il segretario Aic Damiano Tommasi è degno della migliore commedia. Le parole sono le medesime, le intonazioni decisamente diverse: “Da parte nostra non c'è nervosismo – prosegue Tommasi – diciamo che non siamo nei tempi che avevamo previsto e quindi c'è un po' di malumore. L'idea è quella di iniziare quando sarà firmato l'accordo collettivo”. Il campionato deve, quindi, cominciare con l'accordo per forza firmato: “Non è quello che ha detto anche Beretta?”, ha risposto lapidario Tommasi.

Effettivamente il presidente della Lega, qualche minuto prima, seppure in modo più disteso aveva commentato: “L'accordo collettivo – ha spiegato – è definito per la grandissima parte, diciamo il 90 per cento. Ora stiamo mettendo a punto poche cose tecniche, ma ci sono tutte le condizioni per un ottimo accordo prima dell'inizio del campionato”. Dunque, nessun possibile sciopero dei calciatori all'orizzonte, il campionato non rischia di non cominciare: “Ma non scherziamo”, ha concluso lapidario, a sua volta, Beretta. Tra una risposta e l'altra si evince come una base d'intesa ci sia già, ma per l'Aic non è sufficiente: serve altro tempo e altre riunioni per trovare un'amalgama definitiva che accontenti tutti.

Ieri, intanto, riunione in Lega Calcio tra i tecnici delle squadre di serie A e quelli di Infront. Si è discusso di possibili novità per la prossima stagione, legate all'adattamento degli impianti di illuminazione alle riprese televisive in HD.