67
La pandemia coronavirus sta cambiando il mondo. Calciomercato.com segue in tempo reale i principali aggiornamenti di giornata relativi al mondo dello sport.

19.45 - Iniziativa di solidarietà dei Milan Club a supporto della sanità lombarda: i club rossoneri hanno devoluto il rimborso della partita Milan – Genoa all’Azienda Regionale Emergenza Urgenza. Anche la Curva Sud Milano ha partecipato, donando ad AREU i rimborsi della partita disputata a porte chiuse lo scorso 8 marzo.​

15.45 -  A causa della fragilità economica di molti club, colpiti duramente dalla pandemia coronavirus, la Lega messicana ha deciso di sospendere promozioni e retrocessioni per i prossimi cinque anni.​

12.40 - Il Wuhan Zall torna a casa. Dopo tre mesi spesi in ritiro in Spagna, la squadra della città dalla quale è partita la pandemia è rientrata in Cina. Ora giocatori e staff si sottoporranno a un periodo di quarantena di due settimane. Ancora incerta la data di inizio della Chinese Super League: le ultime indiscrezioni parlano di 20 giugno.

11.00 - L'allenatore del Lione Rudi Garcia - ex Roma - ha rilasciato un'intervista a L'Equipe e ha parlato dell'emergenza coronavirus: "Dopo due mesi di stop non si può giocare ogni tre giorni, non è possibile, non è ragionevole. Nel gruppo non è ancora emerso un orientamento preciso, ma non siamo soddisfatti di dover giocare ogni tre giorni,così come dall'assenza di due settimane di vacanze tra la fine di questa stagione e l'inizio della prossima".
10.40 - Il Turkmenistan ha deciso di ignorare le indicazioni dell'OMS e farà ripartire a breve il suo campionato, composto da 8 squadre. In particolare, preoccupa la scelta di riaprire gli stadi al pubblico nonostante il forte rischio di diffondere il Covid-19.

10.25 - A La Gazzetta dello Sport, il professor Enrico Castellacci ha chiarito alcuni punti del protocollo sottoposto dalla Figc al Governo per la ripartenza della Serie A: "Si richiedono venti cittadelle a parte, vere e proprie fortezze antivirus. Quante società possiedono dei centri sportivi con annesse foresterie per 40-50 persone? Perché non ci sono soltanto i giocatori, in isolamento dovranno restare coloro che con varie mansioni lavorano in una squadra. Se ci si sistemerà in un albergo, il personale dell’hotel dovrà essere allontanato, i servizi dovranno essere garantiti dai dipendenti dei club. Il rischio zero comunque non esiste".

10.05 - Come riferisce La Stampa, il Torino ha intenzione di sfruttare le strutture del "Filadelfia" per effettuare il ritiro in vista della possibile ripresa del campionato. Nonostante attualmente sia sprovvista di foresteria e mensa, il centro di allenamenti granata viene comunque preferito a ipotesi alternative come Novarello. L'idea è di avvalersi delle strutture alberghiere nei pressi del "Filadelfia".


9.50 - Un altro punto importante della normativa è che in ogni momento della giornata di ritiro e durante i viaggi, calciatori, componenti dello staff e tutte le persone coinvolte dovranno indossare guanti e mascherine di protezione.


9.40 - Nel protocollo di sicurezza che la FIGC sottoporrà al Ministro della Salute Speranza e a quello dello Sport Spadafora, è prevista anche l'imposizione della distanza di sicurezza di 2 metri tra i calciatori durante la prima fase di ritiro. Non sarà possibile avvicinarsi nemmeno sui campi di gioco, tanto che gli allenamenti saranno svolti a gruppetti separati; a partire dalla seconda/terza settimana, anche le partitelle saranno condizionate e sarà consigliato - laddove non fosse indispensabile - il rispetto della distanza minima.