16
Angel Correa è un rimpianto per il Milan. In particolare per Zvone Boban, che insieme a Paolo Maldini e Ricky Massara si era attivato durante l'estate per portare davvero in rossonero l'argentino dell'Atlético Madrid. Nonostante lo scetticismo per quei 40 milioni più bonus offerti ai Colchoneros, la dirigenza ci ha provato in maniera serissima perché convinta del potenziale di Angelito: il giocatore aveva dato il suo ok, rinunciando alla Champions pur di raggiungere il Milan. Ma l'Atlético ha bloccato tutto per settimane considerandolo intoccabile per Simeone.


GRADIMENTO REALE - Da parte propria, i dirigenti del Milan hanno ribadito la totale stima verso Correa tramite il suo agente Augustin Jimenez, con cui i contatti sono costati per gli affari Zaracho e De Paul in vista dell'estate. Durante i recenti dialoghi, Boban in particolare ci ha tenuto a ricordare come Angelito sia un autentico pallino per questa dirigenza del Milan che dovrà poi capire e valutare eventuali cambiamenti decisionali per giugno. Intanto, Correa incassa con piacere ma se è stato incedibile a meno di 50 milioni garantiti a luglio scorso, oggi il prezzo rischia di esplodere: l'Atlético si sta godendo una stagione ottima da parte dell'argentino con 5 gol e 7 assist in Liga, titolare fisso anche in Champions League e pedina irrinunciabile per il Cholo. Ecco perché immaginarlo in uscita nella prossima estate è davvero complesso, pur con la stima ribadita dal Milan.