48
Angelito Correa voleva il Milan. Lo voleva fortemente, le ha provate tutte pur rispettando l'Atlético Madrid che ha creduto in lui quando ha avuto problemi fisici; è rimasto col sorriso anche perché il rapporto col Cholo Simeone è molto buono, eppure ha fatto più di un pensiero ai rossoneri e continua a essere affascinato all'idea di giocare in Italia. Il suo entourage ha provato in ogni modo a forzare un'operazione che non si è sbloccata in due mesi di trattativa, Angel ha ancora un pensiero al Milan per l'estate che verrà ma naturalmente ad oggi tra situazioni societarie e mille altre circostanze e solo un pensiero - appunto - che rimane tale. 


ALTRO AFFARE - Eppure, il suo entourage gestisce anche Rodrigo de Paul dell'Udinese che è rimasto in Friuli e ha appena rinnovato il suo contratto; adeguamento dell'ingaggio promesso in estate e ottenuto per l'argentino, di certo non è una firma che vincola il suo futuro. Anzi: al Milan è stato proposto, i rossoneri non si sono scaldati perché si ritengono al completo in quel ruolo tra Calhanoglu, Paquetà e altri elementi con quelle caratteristiche. Ma nella prossima estate tutto può accadere perché de Paul vuole un'esperienza diversa, il Milan lo segue, ad oggi è un'idea studiata e non una trattativa. Domani, chissà. 

Ascolta "Correa e quei pensieri al Milan" su Spreaker.