146
Maurizio Sarri non vede l'ora di prendere in mano la Juventus. Vuole crearla a sua immagine e somiglianza dal punto di vista del gioco rispettandone la storia, ha già dialogato direttamente e indirettamente (tramite l'agente Ramadani) con il ds Fabio Paratici a proposito dei tanti obiettivi bianconeri. Un nome su tutti, quello di Paul Pogba su cui la Juve è convinta da mesi e che Sarri ha approvato con grande entusiasmo. Ci mancherebbe, di fronte a un campione simile; eppure si è andati oltre nella considerazione diretta di Pogba nel confronto con Paratici.


ASSALTO IN ARRIVO - L'unico difetto che ha sempre trovato Sarri in Paul è la tendenza a portare troppo il pallone piuttosto che scaricarlo rapidamente come preteso dal suo calcio veloce, rapido, tattico. "Ci sono riuscito con Hazard, posso riuscirci anche con un fenomeno come Pogba...", una battuta che rende l'idea di come Sarri sia carico all'idea di poter lavorare con un altro campione oltre a quelli già presenti nel roaster bianconero. L'esperienza al Chelsea gli ha dato ulteriori sicurezze nella gestione dei campioni, adesso la Juve prepara una prima offerta ufficiale al Manchester United dopo che Pogba ha ammesso pubblicamente da Tokyo la volontà di cambiare aria e provare una nuova sfida. Il Real Madrid è più in corsa che mai, la Juventus però vuole tentare per davvero. Magari offrendo una contropartita, se ne parlerà direttamente con Sarri già da domani. Lavori in corso...