1
Zlatko Dalic, ct della Croazia, ha parlato dopo lo 0-0 contro il Marocco, nella gara d’esordio del Mondiale: "È stata una partita dura, ce lo aspettavamo, l'avversario è stato bravo e compatto, si è preparato per noi e ha formato un muro, erano tutti dietro la palla. Ci eravamo allenati per questa situazione. Mi sembra però che la maggior maggior parte dei giocatori avesse paura di sbagliare, c'era poca profondità e palloni verticali. Non siamo riusciti a realizzare le occasioni che abbiamo creato, ma abbiamo giocato con il possesso e il controllo del gioco. Ci è mancata più determinazione e verticalità".

IL PAREGGIO - "Non so quanto possa essere più o meno, sappiamo che per passare il girone dobbiamo fare quattro o cinque punti. Andiamo avanti".

SCELTE - "Oggi abbiamo deciso di avere un giocatore più esperto in fase difensiva, perché sapevamo quanto fosse difficile l'avversario e che avremmo avuto bisogno di esperienza in difesa. È stato difficile per noi, ma quello di cui posso lamentarmi è che ci è mancato più coraggio, i ragazzi avevano un po' paura del loro contropiede, non sbagliamo, è la prima partita, l'apertura del Mondiale, la situazione è in qualche modo diverso ora rispetto a quattro anni fa, ma non abbiamo nulla da rimpiangere".