Juan Cuadrado adesso è in bilico. Cinque anni dopo il suo arrivo alla Juventus, apprezzatissimo da Max Allegri per duttilità, disponibilità e impegno, l'esterno colombiano adesso con l'addio dell'allenatore aspetta di capire il proprio futuro perché c'è possibilità concreta di lasciare Torino. "Spero di restare", le sue parole in quest'ottica; una speranza che esiste da parte del giocatore, ma tutto è tra le mani della Juve che non ha ancora concretizzato le pratiche per il suo rinnovo, con il contratto a scadenza 2020 che fa aumentare i dubbi. L'accordo con Cuadrado andrebbe prolungato a breve giro, l'alternativa è venderlo a titolo definitivo già in estate; uno scenario che prende sempre più forza, nuovo allenatore bianconero permettendo.

CONTATTI E... MILAN - I contatti con tanti club europei sono continui per il suo agente Alessandro Lucci: Cuadrado sa giocare da terzino, esterno, ala pura e all'occorrenza anche mezz'ala, compirà a giorni 31 anni e può rappresentare un'occasione a condizioni economiche vantaggiose con un contratto non rinnovato. Se la Juve dovesse dare il via libera alla sua cessione, ecco che potrebbero aprirsi diverse opportunità. Più all'estero che in Italia, le voci sul Milan si rincorrono perché era stato un'idea di Leonardo un anno fa; Cuadrado poteva rientrare nell'operazione con Bonucci, Caldara e Higuain, non se ne è fatto niente, adesso è un discorso fermo che non ha avuto sviluppi, Champions e scelte dirigenziali (Leonardo è in bilico) diranno di più. Intanto, la Juve e Cuadrado sono davvero al bivio. Rinnovo o addio, dentro o fuori.