27
La vittoria in Coppa Italia contro la Lazio ha restituito entusiasmo al Napoli dopo un periodo 'imbarazzante', come lo ha definito Gattuso. Ripreso slancio in campo e sul mercato, perché proprio nella serata di ieri è arrivata la notizia del prepotente ritorno di Giuntoli su Matteo Politano per l'attacco: un'accelerata decisa, che ha portato all'intesa per un trasferimento a titolo definitivo per una cifra complessiva di 25 milioni di euro. Qualora il Napoli trovasse l'accordo con l'entourage dell'ex Sassuolo, Politano si aggiungerebbe alla lista di colpi già chiusi dai partenopei in questa sessione: Demme (12 milioni), Lobotka (20 milioni più bonus) e Rrahmani (14 milioni) per giugno. Una campagna acquisti ricca, ma ora il Napoli fa i conti: come finanziare questi colpi?

AIUTO DAI PRESTITI - Una buona fetta delle spese potrà in realtà essere assorbita grazie agli introiti che arriveranno dai giocatori ceduti in prestito con obbligo di riscatto, che al termine della stagione porteranno soldi freschi nelle casse azzurre: 20 milioni più bonus dal Torino per Verdi, 11 dal Sassuolo per Chiriches, circa 12 complessivi dal Parma per la coppia Alberto Grassi-Luigi Sepe. Cifre importanti, che potrebbero essere integrati da un'altra cessione da perfezionare a gennaio, quella di Tonelli (c'è la Samp, operazione da circa 3 milioni) e dai risparmi sugli ingaggi dei giocatori in scadenza e lontani dal rinnovo, Callejon, Llorente e Mertens.

VIA UN BIG - Cifre alte e positive, ma potrebbero non bastare perché nei piani della società azzurra è già programmata una grande quantità di cambiamenti in vista della prossima estate: Amrabat un nome già individuato, ma sono previste entrate importanti anche in attacco e in difesa. Per finanziare tutto quindi, prende sempre più corpo l'idea che al termine della stagione almeno un big debba lasciare Napoli, un sacrificio per far quadrare i conti. Marginali le situazioni di Insigne e Meret, relegato ormai a secondo di Ospina, i principali indiziati restano Koulibaly (il cui ingaggio da 6 milioni netti a stagione pesa molto a bilancio) ma soprattutto Allan e Fabian Ruiz: difficile ipotizzare che il brasiliano possa restare in azzurro dopo le turbolente vicissitudini che lo hanno visto protagonista, per lui sono sempre aperte le porte del PSG e anche Ancelotti vorrebbe portarlo all'Everton per rinforzare il centrocampo; permane invece lo stallo sul rinnovo di Fabian, una situazione che alimenta l'interesse delle big che nel corso delle settimane si sono messi sulle sue tracce, dal Manchester City al Barcellona e al Real Madrid. Allan e Fabian, due nomi che potenzialmente potrebbero portare nelle casse del Napoli oltre 50-60 milioni di euro che garantirebbero un budget importante per finanziare le operazioni già in corso (Politano) e quelle future: De Laurentiis e Giuntoli studiano i conti attentamente e ci pensano, la rivoluzione azzurra potrà partire dal sacrificio di un pezzo pregiato.

@Albri_Fede90

Partecipa al contest #intribunaconcm e vinci 3 biglietti VIP per Samp - Napoli del 3 Febbraio!
Clicca qui e scopri come fare