29
L’ultimo, in ordine di tempo, è stato Kulusevski il quale, prima di approdare al Parma per poi trasferirsi alla Juventus, aveva vestito la maglia nerazzurra dell’Atalanta. Per un giovane di belle speranze indossare la casacca della Dea ha sempre avuto un significato particolare. Quello di potersi permettere di immaginare un futuro nella più blasonata società italiana. Quella bianconera, appunto. E’ storia antica quella che racconta di un legame sinergico solido e profondo tra torinesi e bergamaschi...

CONTINUA SU ILBIANCONERO.COM