2
Sandro Rosell, presidente del Barcellona dal 2010 al 2014, dopo aver scontato 21 mesi di carcere preventivo e 2 di libertà vigilata, è stato assolto dalle accuse di riciclaggio e associazione a delinquere, relative ad alcune transazioni sospette con la Federcalcio brasiliana per la compravendita di diritti televisivi e di sponsorizzazione. Come spiega AS, la sentenza è stata emessa stamattina dalla Audiencia Nacional (Tribunale nazionale spagnolo) per insufficienza di prove. Insieme a Rosell, sono stati assolti tutti gli altri accusati, tra cui il suo socio Joan Besolì.