28
Oramai manca veramente poco e Lorenzo Insigne chiuderà la sua lunghissima storia d'amore con il Napoli. Oggi ne è il capitano e sogna il terzo storico scudetto - che al momento dista solo tre punti - ma tra poco più di tre mesi la sua strada si dividerà da quella del Napoli. Il prossimo sarà l'anno zero, De Laurentiis e Giuntoli dovranno lavorare intensamente per rimpiazzare le diverse partenze (tanti giocatori andranno via a parametro zero) che ci saranno al termine di questa stagione. L'addio principale, come è noto, sarà quello di Lorenzo Insigne. Il suo futuro porta il nome del Toronto FC. Sostituirlo ovviamente non sarà affatto semplice, dato che non si tratta di un giocatore qualsiasi, ma un napoletano cresciuto in casa e diventato tra i principali marcatori e della storia azzurra.

IL DOPO INSIGNE - Bisognerà guardare avanti, questo è certo. Il Napoli dovrà pur colmarlo quell'enorme vuoto sull'out mancino. Una prima soluzione ce l'ha già in casa e si tratta del Chucky Lozano. Il messicano preferisce partire da quella fascia, ci ha già giocato diverse volte, anche sotto la guida Spalletti. Proprio nell'ultimo match in trasferta, contro il Verona, è stato lanciato Lozano nel tridente con Osimhen e Politano, mentre Insigne è subentrato nella ripresa. 
IL COLPO BERARDI - Spostare Lozano sulla fascia sinistra porterebbe a nuove considerazioni sul lato opposto. Stuzzica e non poco l'idea di portare Berardi al Napoli. L'età non è dalla sua, la campagna di De Laurentiis prevede giovani di gran prospettiva di modo che possano rappresentare delle potenziali plusvalenze. Però la campagna del presidente prevede anche degli ingaggi sostenuti e Berardi rientra sicuramente nei parametri. Attualmente sfiora i 2 milioni a stagione con il Sassuolo, cifra alla portata del Napoli. Ci sarà da fare una valutazione del prezzo del cartellino. Spese folli (senza futuro) non sono previste ai piedi del Vesuvio, con i primi incassi che deriverebbero dal rientro in Champions che servirebbero a risanare il bilancio non eccellente degli ultimi due anni.

GIOVANI TALENTI - L'identikit ideale che ricerca il ds Giuntoli, ad oggi, è quello di un esterno giovane e con un ingaggio basso. Continuando a guardare in casa Sassuolo c'è Hamed Junior Traorè. Il Napoli si è già informato riguardo il classe 2000 neroverde, lo ha anche seguito da vicino più volte negli ultimi mesi. Occhi anche in Olanda, dove Luis Sinisterra si sta mettendo fortemente in mostra. 23 anni il prossimo 17 giugno, ha messo a segno 18 gol e 11 assist con la maglia del Feyenoord in questa stagione. Dalla Russia ecco Khvicha Kvaratskhelia, 21enne georgiano del Rubin Kazan che piace a Napoli e Milan in Italia, ma dalla Premier bussa anche il Tottenham. Sono giocatori che non richiederanno uno sforzo importante per la questione stipendio, ma servirà sicuramente un passo deciso per pagarne il cartellino. Cartellino che non verrebbe pagato eventualmente per Adnan Januzaj. L'esterno belga è di proprietà della Real Sociedad ma è in scadenza e a fine stagione presumibilmente si libererà a parametro zero. Connazionale di Mertens, ma lui stesso ha dichiarato di non averne parlato con il giocatore del Napoli. La dirigenza partenopea continua a monitorare ogni possibile soluzione, con la consapevolezza che il prossimo sarà un mercato tutt'altro che tranquillo.