300
Andrà via, ormai manca solo l'ufficialità. Paulo Dybala a fine stagione lascerà la Juventus, che ha deciso di non rinnovargli il contratto. Una scelta dettata da ragioni economiche, troppo ampia la forchetta tra offerta e richiesta, l'argentino dal prossimo anno vestirà una nuova maglia. Ora che è arrivata la parola fine con la Juve, la Joya sarà libero di studiare le proposte. Conteranno i soldi, certo, per lui e per il suo agente, ma anche il progetto. A 28 anni vuole continuare a vincere, potrebbe continuare a farlo in Italia. L'Inter di Marotta, che l'ha portato alla Juve dal Palermo, è una serie candidata (è previsto un incontro nei prossimi giorni), più del Milan, che aveva pensato a lui in passato. 

LE OPZIONI - Non mancano gli estimatori anche all'estero, soprattutto in Spagna. L'Atletico Madrid vuole sostituire Suarez e pensa a Dybala, così come il Paris Saint-Germain, a caccia di un paio di colpi per rimpiazzare Mbappe e, probabilmente, Messi. A Parigi hanno grande disponibilità economica, come in Inghilterra. A Londra, dove l'ex Palermo piace all'Arsenal (che dopo aver salutato Aubameyang a giugno perderà anche Lacazette) e al Tottenham di Paratici, suo grande supporter, e a Manchester, soprattutto sponda United, al quale è stato vicino nell'estate 2019. Al momento non arrivano segnali dal Manchester City, che ha già acquistato Julian Alvarez dal River Plate e punta a Erling Haaland del Borussia Dortmund.