30
Brilla la stella di Diogo Dalot. Il giovane terzino classe 1999, dopo un'estate da protagonista con la finale dell'Europeo Under 21 raggiunta e l'Europeo senior disputato in seguito alla positività al Covid di Cancelo, in attesa di risposte sul futuro, ha dimostrato ancora una volta le proprie grandi qualità con una splendida prestazione nell’amichevole tra Manchester United ed Everton, nella quale ha messo a segno il gol finale.

LA STRATEGIA DEL MILAN - Il Milan, interessato al suo ritorno con i dirigenti Maldini e Massara che monitorano la situazione quotidianamente, secondo quanto appreso da Calciomercato.com non ha assolutamenrte mollato la presa, ma non vuole forzare la mano con il club inglese: l’idea è quella di rilevare Dalot in prestito con diritto di riscatto, magari anche oneroso, ma senza fretta e senza scossoni, anche perché la fascia destra dei terzini al momento è coperta da Calabria e Kalulu, con Conti in uscita.

LA VOLONTA' DELLO UNITED E I DUBBI DI SOLSKJAER - I contatti con i Red Devils sono frequenti, per riportare al Milan un prospetto molto interessante che ha fatto bene nella passata stagione agli ordini di Stefano Pioli: gli inglesi però vorrebbero monetizzare dalla cessione di Dalot e l'ottima prestazione di oggi potrebbbe anche accendere l'ennesimo campanello nella testa di Ole Gunnar Solskjaer, tecnico che più volte ha mostrato il proprio apprezzamento per il 22enne, grande protagonista in questo pre-campionato. 
GOL ALL'EVERTON, SPERANZA ROSSONERA - Nel 4-0 sull'Everton, Dalot è entrato al 60' al posto di Wan-Bissaka, mettendosi in mostra e realizzando l'ultimo gol con un gran colpo di testa. Dal canto suo il portoghese tornerebbe molto volentieri a Milano, dove ha saputo affermarsi e dove ha un gran rapporto con il tecnico: gli ultimi giorni di agosto potranno essere decisivi in tal senso.


Gioca a Magic e sfida i migliori fantallenatori nel fantatorneo Nazionale de La Gazzetta Dello Sport. In palio più di 1.000 premi. Attivati