13

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, presente alla cerimonia del premio “Andrea Fortunato” tenutasi a Roma, ha fatto il punto sul futuro di Edinson Cavani: “Cavani sa perfettamente che al Napoli è rispettatissimo e gli vogliamo bene e non solo per i gol che fa ma perché è una persona seria e garbata. E poi esiste una clausola rescissoria: se c'è un pazzo che vuole tirare fuori 70 milioni, che corrispondono ai 63 milioni netti per il nostro club, noi ascoltiamo ma comunque sarà Cavani ad avere l'ultima parola".

“Sono contento per Cavani, - riferendosi alla doppietta segnata dal Matador contro l’Atalanta, che ha interrotto un digiuno di 729 minuti - Perché sembrava fosse diventata una telenovela. E soprattutto per Pandev, che era moltissimo che non segnava che poi è stato un goal determinate perché ci ha permesso di vincere”.

Ci sono delle squadre che hanno un fatturato molto elevato come Barcellona e Real Madrid, poi altre che, senza un fatturato elevato, ancora non so per quanto tempo, vanno fuori budget ignorando la regola del fair play finanziario. Io per lui ho messo una asticella molto alta, ma noi non vogliamo trattenere nessuno”. Cavani, dunque, può partire, ma, perchè venga ceduto servono quei soldi, su questo il patron azzurro è stato molto chiaro.