Commenta per primo
Intervenuto a Radio Marte, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha parlato del Napoli che verrà e di Luca Toni, obiettivo di mercato dichiarato: “Lo scudetto è un traguardo da raggiungere, è lì che aspetta, ma non vogliamo bruciare le tappe, non possiamo vincerlo subito. Credo in tutto il gruppo, ci manca solamente una prima punta e quando avremo un attaccante da doppia cifra, allora possiamo puntare in alto. Sicuramente ai tifosi regaleremo un attaccante, ma non vogliamo smantellare la squadre. Pazzini, Balotelli, Toni e Gilardino sono tutti grandi giocatori, ma non voglio stare a fare nomi. Sicuramente bisognerà capire cosa fare dei tredici giocatori che rientreranno. Toni? Napoli potrebbe rappresentare per lui una grande mamma…da parte mia non ho nulla in contrario, anzi, ma l’operazione dipende da Mazzarri e dal bilancio". De Laurentiis è poi tornato a parlare del prolungamento del contratto di Mazzarri fino al 2013: "Non è un rinnovo, ma un ulteriore prolungamento. Voglio spiegare ai napoletani che io sono lungimirante. La continuità è fondamentale nella vita. Se avesse cominciato il campionato dalla prima giornata, avremmo chiuso al terzo posto". Poi torna a parlare di mercato: "A noi manca soltanto un pezzo, devo trovare qualcuno che cresca nel Napoli così come è successo ad Hamsik, Lavezzi e Gargano. Il giorno che noi avremmo trovato una punta da doppia cifra, avremo una differenza ulteriore positiva. Vedrete l'anno prossimo anche lo sviluppo di Zuniga".