39

La nomea di 'erede di Maldini' si sta rivelando troppo pesante per le spalle di Mattia De Sciglio, che non riesce più ad esprimersi su buoni livelli. In passato il Milan ha respinto le avances di Carlo Ancelotti, che lo avrebbe portato volentieri al Real Madrid. Finora Inzaghi gli ha dato fiducia, ma la pazienza dell'allenatore non è infinita, infatti la società sta valutando altri giocatori nel suo ruolo come Manuel Pasqual (Fiorentina), Leonel Vangioni (River Plate) e l'ex interista Guillerme Siqueira (Atletico Madrid). Sabato sera a Torino il terzino classe 1992 ha perso il confronto sulla fascia con l'ex rossonero Matteo Darmian, che tra l'altro ha causato la sua espulsione sul finire del primo tempo. 

DUE DESTINI CHE SI UNISCONO - Purtroppo De Sciglio sta ripercorrendo la parabola di un altro giovane italiano che gioca nel suo stesso ruolo: Davide Santon, lanciato 18enne nel 2009 da José Mourinho ai tempi dell'Inter. Sabato, proprio contro il suo ex allenatore, Santon ha assistito dalla panchina alla vittoria del Chelsea sul Newcastle a Stamford Bridge. Il ragazzo è appena rientrato dopo un infortunio al ginocchio e adesso deve 'rubare' il posto al gallese Paul Dummett. Con Alan Pardew passato al Crystal Palace, come nuovo allenatore del Newcastle è in arrivo il francese Remi Garde (ex Lione), un estimatore dell'attaccante rossonero M'Baye Niang che può diventare la pedina di scambio giusta. Sotto contratto fino al 2016 come De Sciglio, Santon ha lo stesso agente del suo amico Mattia Destro, un altro prodotto del settore giovanile dell'Inter che Adriano Galliani vuole portare al Milan, Roma permettendo.