Commenta per primo

E' nella rosa del Milan della prossima stagione, uno dei terzini sinistri a disposizione di Massimiliano Allegri. Tutto questo sulla carta perchè Dídac Vilà Rosselló o semplicemente Didac Vilà, 23 anni oggi, dopo l'esperienza a Barcellona tornerà a Milanello senza disfare le valigie, al pari del nigeriano Taiwo, di ritorno dal prestito al Queens Park Rangers. Sbarcato a Milanello nel gennaio 2011 per una cifra vicina ai quattro milioni di euro, l'esterno spagnolo ha fatto fatica ad ambientarsi e ad abituarsi ai metodi di lavoro rossoneri, trovando il campo solo a Udine, nell'ultima giornata di campionato della stagione 2010-2011, con il Milan già campione d'Italia. In comune accordo con Galliani, Didac Vià è stato mandato una stagione in prestito all'Espanyol, dove ha trovato continuità e fiducia, diventando uno dei terzini più apprezzati della Liga.

Passi in avanti che però non gli  serviranno a meritarsi la maglia del Milan, che l'ha messo in vendita al miglior offerente:  "E' un buon giocatore, molto giovane e di prospettiva - ha dichiarato il suo procuratore Raul Verdu al quotidiano spagnolo Super Deportes - ci sono diverse squadre interessate a lui". Parole che trovano conferma dai contatti avuti con Liverpool, Malaga e soprattutto Valencia, che cerca l'erede di Jordi Alba, nuovo esterno difensivo del Barcellona. Il Milan cerca una plusvalenza economica, ignorando il fatto che Didac Vilà possa risolvere il problema cronico sulla corsia di sinistra. Bisognerebbe dargli fiducia, come è stato fatto con Antonini e Mesbah, ma Allegri non sembra della stessa idea.