Commenta per primo
Per sondare l'umore della piazza viola, fra i dubbi di Prandelli ed un mercato ancora incerto, Radio Toscana ha contattato l'ex Fiorentina Massimo Orlando. 'Montolivo è stato il miglior giocatore della stagione viola. Ha avuto un inizio difficile, perché gli mancava la personalità e la continuità delle prestazioni, ma dalla decima giornata in poi è stato decisivo non solo a livello tattico ma anche qualitativamente - ha esordito l'ex centrocampista -. Per me il gioco della Fiorentina quest'anno vale sette. La sfortuna ha condizionato i risultati. Vargas, Jovetic ed il capitano sono la faccia bella della squadra viola. Non credo ci sia un ridimensionamento tecnico se la Fiorentina tornerà a giocare nel 4-3-3; Montolivo, se vuole essere centrocampista universale, deve sapersi adattare a qualsiasi tipo di modulo. Il ragazzo di Caravaggio si sta trasformando in regista, quindi non può che crescere'. 'A centrocampo mi piacerebbe che la Fiorentina potesse acquistare un tipo alla Aquilani, anche se pur dalle prestazioni negative di Bolatti si può ripartire, perché è un nazionale argentino - ha aggiunto Orlando -. Dichiarazioni come quelle di Diego Della Valle sulla Gazzetta dello sport hanno sicuramente destabilizzato lo spogliatoio viola. Il battibecco fra il patron e Prandelli ha dato l'impressione che Diego Della Valle se ne fregasse un po', e il senso di abbandono del presidente non fa bene alla squadra. I risultati alla fine non sono venuti per mancanza di obiettivi da raggiungere: con giocatori logori e senza la chance di giocarsi la Coppa Italia, la Fiorentina ha mollato. Chissà cosa avremmo detto della squadra viola se avesse superato, come meritava, il Bayern Monaco! Van Gaal teme l'arbitro per la finale? Che cambi mestiere'.