189
Non tutti i mali vengono per nuocere. Il ridimensionamento ordinato dal presidente Steven Zhang ha riportato all'Inter il giovane Federico Dimarco. L'Hellas Verona non lo ha riscattato nonostante un ottimo campionato con 5 gol e 6 assist in 35 presenze, così il terzino sinistro classe 1997 è tornato a Milano per fine prestito. L'allenatore Juric l'avrebbe portato volentieri con sè al Torino, ma il club granata del presidente Cairo ha rinnovato il contratto all'ex interista Ansaldi e non è riuscito a trovare una sistemazione all'ex milanista Ricardo Rodriguez. 

Nella rosa nerazzurra Dimarco ha sostituito Ashley Young, che è tornato all'Aston Villa e ieri ha segnato un gol nell'amichevole vinta 3-1 in rimonta contro la Salernitana. Mentre l'Inter vinceva 2-0 a Parma grazie alle reti di Brozovic e Vecino, di testa su assist di Dimarco. Il quale ha confermato di avere un sinistro molto educato nei cross, alla Georgatos. Basterà per soffiare il posto da titolare a Perisic come si auspicano molti tifosi nerazzurri sui social? 
Intanto, dopo aver prestato suo fratello minore Christian (classe 2002) al Fiorenzuola in serie C, l'Inter è al lavoro per regalare a Simone Inzaghi l'erede di Hakimi, ceduto al PSG per 60 milioni di euro più bonus. In questo senso l'obiettivo numero 1 è il nazionale olandese Denzel Dumfries (classe 1996), sotto contratto fino a giugno 2023 (come Dimarco) col PSV Eindhoven che ha accettato la sua richiesta di essere ceduto. Dopo essersi accordati col suo agente Raiola, Ausilio e Marotta stanno preparando l'offerta per convincere il club olandese con una valutazione da circa 15 milioni di euro


Sulle sue tracce c'è anche l'Everton, la pista alternativa per l'Inter porta allo spagnolo Hector Bellerin dell'Arsenal. Discorso a parte per l'uruguaiano Naithan Nandez (multato dal Cagliari per non aver risposto alla convocazione dell'amichevole di sabato sera a Mallorca), che potrebbe arrivare comunque. Percorso inverso per il centrocampista belga Radja Nainggolan, richiesto anche dal Besiktas che vuole pure Godin.