10

Cerci o non Cerci, sarà davvero questo il problema (e l'obiettivo) di Mancini? Eppur si muove, sì. Perché a Madrid sanno che c'è una squadra disposta a trattare per il prestito oneroso, magari anche molto oneroso. Il messaggio è arrivato indirettamente, non ci sono stati contatti tra ds. Ma la proposta è arrivata, non con un piccione viaggiatore. "Lo dareste a queste condizioni?", la domanda senza giri di parole all'Atletico. 

No grazie, la risposta spagnola. Perché Cerci l'ha voluto Simeone, quindi non sarà svenduto o regalato. Quindi niente prestito, l'ex del Toro può andare via solo alle stesse condizioni con cui è stato acquistato dal Cholo. Ovvero una quindicina di milioni, non di meno. E pure faticando. Andrebbe convinto l'allenatore, che sarebbe contrario alla sua cessione, avendo indicato personalmente il nome di Cerci nella lista della spesa. 

Adesso l'Inter e Mancini hanno solo un obiettivo: vincere il più possibile per poi trascinare Thohir a spendere sul mercato, sempre rispettando il Fair Play finanziario. Cerci e Lamela,  puoi prenderli solo a titolo definitivo e spendendo quanto serve, non poco. Ecco perché sarà meglio iniziare a trovarsi delle alternative per gennaio in quel ruolo (esterno d'attacco), uno alla Campbell dell'Arsenal. Perché Cerci o non Cerci può essere un falso problema. Quello vero è: di quanto sarà il budget a disposizione di Ausilio? 

Gianluca Di Marzio (giornalista Sky Sport)

COMMENTA L'ALERT E FAI UNA DOMANDA! GIANLUCA DI MARZIO RISPONDERA' ALLE PIU' INTERESSANTI! #DIMARZIOALERT