74
Non è stato un ambientamento brillante né facile, tutto vero. Ma da giorni l'Inter sta facendo sentire la massima fiducia a Christian Eriksen dopo averlo preso solo due mesi fa: una trattativa delicata e complessa col Tottenham, così il danese è piombato a Milano nel bel mezzo di una stagione tutt'altro che semplice. La dirigenza dell'Inter si schiera in blocco: nessuno si nasconde o si tira indietro, da Marotta fino al ds Ausilio tutti hanno scelto con forza Eriksen e ancora oggi rifarebbero la stessa operazione da 20 milioni di euro, utili per portare da subito il danese a Milano.

LA VERITA' SULLA QUESTIONE - L'Inter infatti è convinta con tutto il proprio staff dirigenziale e tecnico di aver fatto un acquisto di altissimo livello; anticiparlo a gennaio pur investendo su un cartellino libero a costo zero solo pochi mesi dopo è stato quasi un passaggio obbligato per cogliere l'occasione Eriksen. Il danese infatti aveva altri top club pronti a rilanciare per prenderlo a scadenza in estate, l'Inter avrebbe rischiato di perderlo e non ha voluto farsi sfuggire Christian. Per questo la dirigenza così come lo stesso Antonio Conte accettano le iniziali difficoltà di un campionato nuovo, un calcio diverso, un modulo mai provato prima e i diktat dell'allenatore da imparare in fretta. Semplice no, ma l'Inter ha ribadito ad Eriksen di avere totale fiducia in lui dall'allenatore fino ai dirigenti. Di non preoccuparsi di rumors, voci, ansie mediatiche. Perché la convinzione è che il 2020/2021 possa essere il suo anno.