127
Mario Draghi, Presidente del Consiglio, parla in conferenza stampa dopo la riunione della cabina di regia del governo. E ha annunciato che dal 26 aprile torneranno le zone gialle: "Un rischio ragionato, un rischio fondato sui dati che sono in miglioramento. La cabina di regia anticipa al 26 di questo mese l'introduzione della zona gialla, ma con un cambiamento rispetto al passato, nel senso che si dà precedenza all'attività all'aperto, anche la ristorazione a pranzo a cena e alle scuole tutte, che riaprono completamente in presenza nelle zone gialla e arancione mentre in rosso vi sono modalità che suddividono in parte in presenza e in parte a distanza".

PALESTRE E PISCINE - "La prima data chiave è il 26 di aprile, quando ripristiniamo le zone gialle, investendo sugli spazi aperti. Poi c'è una road map che ci accompagnerà e che monitoreremo passo dopo passo: dal 15 maggio le piscine all'aperto; dal 1 giugno le attività connesse alle palestre. Dal 1 luglio le attività di natura fieristica. Non sarebbe corretto indicare un giorno x in cui da un tratto scompare qualsiasi misura, serve un percorso di gradualità che ci consentirà di monitorare l'andamento"​.
SPOSTAMENTI - "Gli spostamenti saranno consentiti tra regioni gialle e con un pass tra regioni di colori diversi​".

VACCINI - "La campagna di vaccinazione va bene, con tante sorprese positive e qualcuna negativa e questo è stato fondamentale per prendere le decisioni. Questo rischio che incontra le aspettative dei cittadini si fonda su una premessa: che i comportamenti siano osservati scrupolosamente, come mascherine e distanziamenti, nelle realtà riaperte. In questo modo il rischio si trasforma in opportunità".