31
Il giocatore più giovane ad esordire nella prima squadra dello Sporting Lisbona dai tempi di Cristiano Ronaldo (2003). Basterebbe questo come biglietto da visita per Nuno Mendes, promettente terzino sinistro classe 2002 sul quale hanno deciso di scommettere con convinzione l'allenatore Ruben Amorim - che dall'esordio contro il Paços Ferreira del 12 giugno scorso lo ha sempre mandato in campo nei successivi 6 incontri di campionato - al presidente Frederico Varandas, che lo ha blindato con un nuovo contratto fino al 2025 e una clausola rescissoria di 45 milioni di euro.

E' COSTATO 750 EURO - Una dimostrazione tangibile di fiducia nelle qualità del ragazzo, un messaggio a chi gli ha messo gli occhi addosso da tempo fuori dal Portogallo, dagli onnipresenti Manchester United e Liverpool - Klopp sarebbe rimasto stregato dal suo talento - fino alla Juventus, che sta iniziando a interrogarsi sulle alternative e il possibile successore di Alex Sandro per il futuro più o meno prossimo. E pensare che Nuno Mendes, entrato nel settore giovanile dello Sporting a soli 9 anni, alla squadra della capitale lusitana è costato all'epoca la miseria di 750 euro per il tesseramento...
IL MIGLIORE D'EUROPA - "Abbiamo in rosa il miglior esterno mancino Under 19 in Europa", rivendicano con orgoglio da Lisbona, e in effetti il potenziale mostrato da Nuno Mendes, anche nelle sue apparizioni con la sua nazionale e con la formazione Under 23 dei Leoes è immenso: facilità di corsa, personalità e mentalità spiccatamente offensiva, senza rinunciare all'attenzione nella fase di non possesso. E poi un piede sinistro decisamente interessante, che nel corso della stagione gli ha permesso di realizzare un gol e 3 assist. C'è anche la Juve sulle sue tracce e chissà che quel legame con Cristiano Ronaldo non possa essere più di un buon presagio...