1
La nuova Inter di Simone Inzaghi è meno potente ma più portata al ragionamento, anche grazie all'innesto di Edin Dzeko. Questo è quanto scrive l'edizione odierna della Gazzetta dello Sport. 

“Dzeko, in campo per 45 minuti, ha fatto subito quel che meglio gli riesce, il regista offensivo. È venuto incontro, ha appoggiato all’indietro o di lato per far partire un’azione, è risalito per farsi trovare in area. Ha svariato, ha “aperto” corridoi, attaccato la porta. Andrà rivisto in contesti meno amichevoli, ma la prima sensazione è stata buonissima, nella calura di Monza si è intuita la sagoma di un’Inter diversa, meno potente e filante, più portata al tocco e al ragionamento. Non sappiamo come finirà e non prevediamo nulla né ci sbilanciamo, però nell’immediato la soluzione Dzeko appare la più logica e funzionale”.