29
El Shaarawy è tornato. Alla sua maniera, con un gol bellissimo allo Shakhtar Donetsk che ha messo in discesa il discorso qualificazione ai quarti di Europa League. Un tocco sotto dolcissimo, al culmine di un'azione personale, che ha fatto saltare di gioia Fonseca. Una soddisfazione doppia per il tecnico portoghese che aveva insistito tanto con la proprietà per il ritorno del Faraone.

LA RINUNCIA DEL FARAONE - Stephan ha voluto fortissimamente il ritorno alla Roma. Tanto da rinunciare a una grossa fetta del suo ingaggio da 14 milioni di euro con la Shanghai Shenua pur di facilitare l'operazione. Condotta in maniera ottimale dal fratello agente Manuel, bravo nella lunga trattativa con il club cinese per arrivare alla risoluzione del contratto. Il Faraone si è legato al club giallorosso fino al 2023 a 3 milioni netti più bonus a stagione. E ora guarda con ottimismo alla prossima estate dove sarà protagonista con l'Italia al prossimo europeo.
Ascolta "El Shaarawy torna grande: la verità sull'accordo con la Roma e quel pensiero della Juve..." su Spreaker.  

RETROSCENA JUVENTUS - Fonseca può contare su un giocatore che sa fare la differenza in questo finale di stagione tra Europa League e campionato. E pensare che il nazionale azzurro poteva andare alla Juventus a gennaio. I bianconeri avevano pensato a El Shaarawy per rinforzare il proprio attacco, un'idea che non è però diventata una vera e propria trattativa. Probabilmente questo El Shaarawy sarebbe servito a Pirlo che da inizio stagione deve fare la conta nel reparto offensivo. Ora se lo gode una Roma che sogna in grande dopo l'ultima bella vittoria sullo Shakhtar Donetsk.