39
Emerson Palmieri di nuovo in Italia, in Serie A. Possibile, come ammesso ieri dallo stesso giocatore: “Può succedere che io torni - ha detto a Sky Sport - ma al momento sono molto felice in Inghilterra col Chelsea, ho anche un contratto e sono molto tranquillo”. Un’apertura, non la prima, netta, seppur mascherata da parole d’affetto per il Chelsea. Emerson tornerebbe molto volentieri in Italia, e Juventus e Inter con altrettanta soddisfazione lo accoglierebbero.


APPREZZATO - I due club stimano l’esterno, lo seguono da tempo. E anche i rispettivi allenatori hanno avuto modo di lavorare con lui, ed apprezzarlo. “Ho imparato tante cose da Conte, ha dimostrato di essere un allenatore fantastico. Ma - ha aggiunto Emerson - mi ha dato più Sarri, abbiamo lavorato di più insieme. Con Maurizio c’era poco rapporto fuori dal campo, ma è una bellissima persona, con un cuore gigantesco”. Leggera preferenza, dunque, per il tecnico della Juve. Che, al momento, è la squadra che si sta muovendo con più decisione.
CONTESO - Il club bianconero da tempo cerca un terzino sinistro che sia vice-Alex Sandro, con licenza e qualità tali da rubargli anche il posto. Emerson piace tanto, a Sarri come alla Juve. I contatti con il suo entourage sono frequenti, vanno avanti da mesi. Il Chelsea non pone un muro, ma lascerà andare il giocatore per il giusto prezzo, ad oggi quantificato in circa 40 milioni, o poco meno. La Juve può lavorare sulla formula, prestito oneroso o scambio, e per ottenere uno sconto. Ma deve stare attenta all’Inter: Conte conosce e apprezza la duttilità dell’esterno, che può giocare indifferentemente come terzino e quinto di centrocampo. Il club nerazzurro segue però con attenzione anche Junior Firpo, mancino classe ’96 del Barcellona, che potrebbe rientrare nell’operazione Lautaro. Un eventuale arrivo che bloccherebbe ulteriori colpi in quel settore del campo. Emerson vuole tornare in Serie A, la Juve è in pressing sul Chelsea, l’Inter osserva vigile la situazione.