Calciomercato.com

  • Empoli: la squadra ha ritrovato i gol, a Lecce non si può sbagliare

    Empoli: la squadra ha ritrovato i gol, a Lecce non si può sbagliare

    • Carlo Alberto Pazienza
    Dopo 4 partite a secco di punti e di gol, contro il Torino l’Empoli si è ricordata come si fa a vincere in questo campionato davvero avvincente ed equilibrato: segnando, ovviamente, ma soprattutto non mollando mai. Ed è proprio così che che sono arrivati i tre fondamentali punti con il Torino, con la squadra di Nicola che ha offerto un gioco propositivo, ha saputo soffrire la fisicità degli avversari, ha sempre reagito quando colpita, ha lottato su tutti i centimetri di campo disponibili fino al novantacinquesimo. Il gol siglato da Niang nel recupero ne è la piena dimostrazione: d’accordo, c’è stato la decisiva e inammissibile leggerezza di Bellanova, ma grinta e la determinazione con cui Cacace ha aggredito l’avversario nella propria area di rigore, dimostrano quanto la squadra azzurra creda nell’obiettivo che si è posta. La vittoria con i granata infatti, potrebbe rappresentare uno spartiacque fondamentale per il finale di stagione empolese. Primo perché, come già sottolineato, la squadra è tornata a muovere la classifica dopo oltre un mese di digiuno; secondo perchè ha ritrovato la confidenza con il gol, segnando addirittura tre volte: era successo in occasione dell’ultimo trionfo a Sassuolo, sempre per 3-2 con gol vittoria nel recupero, proprio prima di questa striscia di sconfitte; terzo perchè, dopo 70 tiri in porta e 31 giornate, si è finalmente sbloccato Nicolò Cambiaghi. Verrebbe da dire meglio tardi che mai, ma quale miglior momento per un calciatore per ritrovare fiducia e consapevolezza, se non quando i punti iniziano a pesare come macigni?

    Insomma, la vittoria con il Torino ha riportato entusiasmo e soprattutto concesso una boccata d'ossigeno alla truppa azzurra, che ha potuto così staccarsi dalla zona retrocessione lasciandosi momentaneamente alle spalle Verona e Frosinone. Il calendario azzurro è sempre il solito,  un percorso ad ostacoli che metterà di fronte ai toscani big come Napoli, Atalanta, Lazio e Roma. Prima però c’è la delicatissima partita di Lecce, in programma questo pomeriggio al Via del Mare, scontro diretto che può valere un bel pezzo di salvezza. I leccesi si trovano forse nel peggior momento della loro stagione: nelle ultime 10 partite infatti hanno raccolto solo 7 punti, un trend che sta mettendo a rischio una salvezza che alla fine del girone d’andata sembrava ampiamente alla portata. I giallorossi però restano una squadra temibile, specie tra le mura amiche del Via del mare, dove hanno costruito 20 dei 29 punti totali della propria graduatoria. La sfida appare davvero equilibrata, anche per i numeri che accomunano le due formazioni: 29 punti per il Lecce contro i 28 degli azzurri; 26 gol a 25 fatti, 48 a 47 subiti. Il Lecce tira di più in porta, mentre l’Empoli batte più calci d’angolo. L’unica cosa che in questo momento sposta l’equilibrio è il fatto che si giochi in casa dei pugliesi, ma se la squadra di Baroni ha costruito gran parte del suo bottino nel proprio stadio, gli azzurri, seppur con poco distacco, hanno conquistato più punti in trasferta che in casa: 15 contro 13.

    Altre Notizie