47
Christian Eriksen è rimasto all'Inter dopo un mercato invernale di cui poteva essere protagonista. La proposta giusta è mancata fino all'ultima curva, quando si poteva davvero concretizzare la pista legata al ritorno al Tottenham che ci ha pensato seriamente. Il presidente degli Spurs Daniel Levy aveva dato l'ok ad un tentativo per Eriksen, l'unica carta accettata come sostituto in caso di cessione di Dele Alli al Paris Saint-Germain in prestito.

Ascolta "Eriksen e il retroscena dell'ultima offerta: l'Inter si è 'vendicata'" su Spreaker.


IL RETROSCENA - Il Tottenham infatti ha chiesto Eriksen in prestito fino a giugno anche senza diritto di riscatto, ma l'Inter si è "vendicata" di quanto successo un anno fa. In quel caso gli Spurs hanno sempre chiesto 20 milioni senza mai concedere sconti, una trattativa lunghissima proprio per Eriksen con l'Inter che ha poi pienamente accontentato le richieste del Tottenham. Questa volta, i nerazzurri hanno preteso lo stesso: ingaggio totalmente pagato, prestito oneroso oppure niente da fare. Così il Tottenham si è tirato indietro. E l'Inter si è tenuta un Eriksen che adesso sta ritrovando fiducia e minuti.

Scopri di più su Pokerstarsnews.it