Commenta per primo

Damiano Zenoni dice basta. Dopo 16 stagioni tra serie A, B e quella che all'epoca si chiamava serie C, il centrocampista scuola Atalanta ha deciso di dire basta con il calcio professionistico. Nonostante le tante battaglie con le maglie di Atalanta, Pistoiese, Alzano Virescit, Udinese, Parma, Piacenza e l'azzurro della Nazionale, la voglia di sudare e lottare sul campo c'è ancora, ma un fastidioso problema al ginocchio destro lo ha costretto a dire basta, almeno con il calcio ad alti livelli. "Nel complesso sto bene, ma purtroppo l'ennesimo problema alla cartilagine del ginocchio destro mi costringe a fermarmi - racconta in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.com -. Mi è stata prospettata l'ipotesi di una nuova operazione, ma ciò implicherebbe uno stop di tre o quattro mesi, complicando tutto".

Per Zenoni inizia una nuova carriera. "Proprio in queste ore ho accettato la proposta della Grumellese, un club che milita in Eccellenza e con la quale mi sto allenando da qualche giorno. Ci sono tanti giovani e spero di poter dare una mano alla crescita del gruppo". Sarà una sorta di allenatore in campo, in attesa di sedersi in panchina come 'mister' a tutti gli effetti. "Sì, al termine di questa stagione ho intenzione di fare il corso per diventare allenatore - ci confessa - sperando che dopo qualcuno creda in me e mi dia un'opportunità. Mi piacerebbe lavorare con i giovani, magari nell'Atalanta".