31
Calciomercato.com e Moneyfarm vi presentano sette trasferimenti della finestra di mercato estiva del 2020.

Da Francescoli a Diego Lopez, passando per O'Neill, Daniel Fonseca, José Oscar Herrera, Dario Silva, Abeijón e, ovviamente, mister Óscar Tabárez. Il filo che unisce Cagliari e l'Uruguay è ricco di storia e talento, di garra e tradizione. L'ultimo a percorrere la tratta che unisce il Sudamerica e la Sardegna è stato, l'anno scorso, Naithan Nandez, presentato in grande stile. Tramite un video sui propri social, infatti, il club rossoblù mostrò i grandi del passato della Celeste, ricordando: "Naithan, porti la cultura di un popolo fiero". Stessi ingredienti ha con sè Diego Godin, ennesimo jolly cagliaritano dal dna uruguaiano. Esperienza, leadership, fisicità, talento e carisma: un concentrato di fattori per un altro colpo da novanta del presidente Giulini, nell'anno del Centenario.
 
Dopo un solo anno, dunque, Godin saluta l'Inter. Un avvio difficile, una stagione travagliata e rimessa sui giusti binari solo nelle ultime settimane, fino alla sfortunata finale di Europa League: quindici partite viste interamente dalla panchina, cinque da subentrato. Lo Sceriffo ha convinto poco, complice un sistema di gioco nuovo e richieste - quelle di Antonio Conte - che non sempre si sono sposate con le sue caratteristiche. Il Cagliari, fiutata l'opportunità di mercato, non se l'è fatta sfuggire: per lui è pronto un triennale e già da quest'anno, sotto la guida di Di Francesco, l'obiettivo è ritentare l'assalto all'Europa.


"L’indice Moneyfarm si basa su un algoritmo che permette di stimare il valore di ogni calciatore e confrontarlo alle condizioni economiche dello scambio e del contratto, così da offrire una lettura più scientifica dei colpi di mercato di questa stagione 2020/2021.” Scopri di più

Valutazione Moneyfarm: 3,6/5

Un gran colpo per la difesa del Cagliari che cercava un puntello da affiancare a Klavan. Il Moneyfarm score premia il trasferimento di Godin (classe ‘86) con un punteggio di 3,6 grazie alle condizioni eccezionali del suo ingaggio. Il club rossoblù infatti ha saputo sfruttare la situazione di stallo con l’Inter, per portarsi a casa il centrale uruguaiano a 2,5 milioni a stagione più bonus per tre anni. Per il primo anno, oltre la metà (1,5 milioni) verrà pagata dall'Inter. Un'Inter che, dalla sua, può comunque sorridere. Notevole era infatti il peso a bilancio di Godin, forte di un contratto fino al 2022 a 5 milioni e 800 mila euro netti. Ecco, allora, il doppio colpo tattico e speculativo: da una parte quello rossoblù, che spalma lo stipendio su tre anni e beneficia delle agevolazioni fiscali per un giocatore che porta in dote 782 partite in carriera, divise tra club (647) e nazionale (135). Dall'altra quello dell'Inter, che si libera di un giocatore di 34 anni dall'ingaggio pesante.

Non sarà facile sfidare le nobili del nostro calcio, ma l'ottima prima metà del campionato scorso è un primo punto da cui ripartire. Certo, il valore del cartellino non crescerà. L'età avanzata non permette al Cagliari di ragionare in quest'ottica. Poco male, perché alla voce spesa i rossoblù segneranno comunque zero, assicurandosi un leader capace di sollevare, in passato, una Coppa di Spagna, una Liga, una Supercoppa di Spagna, tre Supercoppe Europee, due Europa League e una Copa America, sfiorando in un paio di occasioni la Champions League. Un colpo anche per lo stesso Diego: la moglie Sofia Herrera, figlia di José Oscar, è nata proprio in Sardegna. Un ritorno a casa per il nuovo Sceriffo di Cagliari.
 
Vai a segno con i tuoi investimenti. Scopri la consulenza Moneyfarm.

Moneyfarm è una società di Gestione del risparmio scelta da oltre 40.000 investitori in Europa. Grazie al suo sistema innovativo e altamente tecnologico è stata nominata miglior consulente finanziario indipendente in Italia per cinque anni consecutivi.”