15

Il ricco programma del weekend di calcio internazionale, seguito come sempre in tempo reale da Calciomercato.com prosegue con le gare del sabato. Apre la PREMIER LEAGUE alle 13.45, con il big match tra Manchester City e Tottenham: all'Etihad succede di tutto, con quattro rigori fischiati, due sbagliati da Soldado e Aguero (parate di Lloris e Hart), due segnati dal Kun, che nel 4-1 uno finale firma tutti e quattro i gol, diventando con 61 reti in 95 partite il miglior marcatore del City in Premier League.
Alle 16 è la volta degli altri incontri: l'Arsenal di Wenger non va oltre il 2-2 in rimonta contro l'Hull City di Steve Bruce, già giustiziere proprio dei Citizens in questa stagione. Al gol di Sanchez rispondono Diame e Abel Hernandez ma è Wellbeck nel finale a firmare il pari. Il Chelsea capolista di Josè Mourinho non sbaglia un colpo e porta a casa i tre punti rinsaldando la propria leadership vincendo 2-1 in casa del Crystal Palace. In 10 contro 10 dal finale del primo tempo (espulsi Azpilicueta e Delaney) a Mourinho sono bastati i gol di Oscar e Fabregas a domare i padroni di casa che solo nel finale con Campbell hanno saputo rendersi pericolosi. Vittorie per West Ham (3-1 in casa del Burnley) ed Everton (3-0 all'Aston Villa), oltre al Southampton del giocatore del mese in Premier League, il nostro Graziano Pellè, che contro il Sunderland contribuisce con una doppietta a segnare una vittoria record per i Saints. L'8-0 finale, infatti, è la vittoria con maggior margine della storia del Southampton in Premier League. Curiosa la sfida fra Newcastle e Leicester, gara vinta 1-0 dai padroni di casa, ma iniziata con ben 1 ora di ritardo poichè il maxischermo installato sugli spalti del St. James Park non risultava stabile a causa del vento e il match non ha preso il via prima dell'ingresso di tutti i tifosi.

Il programma di BUNDESLIGA inizia alle 15.30: il Bayern Monaco capolista che abbatte la propria forza e spazza via il Werder Brema ancora a secco di vittorie e ultimo della classe. Nel 6-0 finale brillano le doppiette di Lahm e Gotze a cui si aggiungono i gol di Xabi Alonso e dell'immancabile Thomas Muller. Cade ancora il Borussia Dortmund di Immobile che va in gol a Colonia ma non per il riscatto: 2-1 in favore dei padroni di casa è il risultato finale con Vogt e Zoller che rispondo al gol dell'attaccante italiano. Vince e si porta al secondo posto in classifica il Borussia Monchengladbach che si impone 3-0 in casa dell'Hannover grazie alla doppietta di Kruse e al gol di Xhaka. Vittoria interna anche per il Mainz che passa 2-1 in casa contro l'Augsburg ed esterna del Wolfsburg che passa 2-1 in casa del Friburgo. Passo falso, invece, per il Bayer Leverkusen fermato 3-3 in casa dello Stoccarda dopo essere stato in vantaggio 3-0 nel corso del primo tempo. Alla doppietta di Son e al gol di Bellarabi, infatti hanno risposto Werner, Klein e Harnik. Alle 18.30 è la volta invece dello Schalke04 che si impone con un rotondo 2-0 sull'Hertha Berlino. Un gol per tempo per la squadra di Roberto Di Matteo che si impone all'esordio in Bundesliga sulla panchina dello Schalke grazie ai gol di Huntelaar e Draxler.

Quattro partite odierne per quanto riguarda la LIGA: alle 16 il Real Madrid di Carlo Ancelotti, dilaga con un netto 5-0 in casa del Levante accorciando in attesa del match serale sul Barcellona capolista. La doppietta di Cristiano Ronaldo lancia i blancos (per il portoghese l'ennesimo record: con 15 gol nelle prime otto giornate ha battuto l'incredibile ruolino di marcia di Esteban Echevarria che nella stagione 1943/44 si fermò a quota 14),che completano la manita con i gol di Isco, Hernandez e James Rodriguez. Alle 18 l'Athletic Bilbao in crisi di risultati non va oltre l'1-1 contro il Celta Vigo. Al gol di Aduriz per i baschi risponde Nolito nella ripresa. Alle 20 è la volta del Barcellona che contro la matricola Eibar si impone 3-0 non senza fatica. Solo nella ripresa, infatti, i blaugrana riescono a sbloccare l'incontro con Xavi a cui seguono gli immancabili gol di Neymar e Messi. Alle 22 il Malaga si è imposto 2-1 sul campo del Cordoba.

Infine la LIGUE 1: alle 17 al Saint Etienne, che giovedì affronterà l'Inter in Europa League, è bastato un gol di Lemoine nei minuti finali per avere la meglio del Lorient e rilanciare la propria rincorsa ad un piazzamento europeo in classifica. Alle 20 il Monaco di Jardim si impone 2-0 sull'Evian TG con i gol di Moutinho e Ferreira Carrasco. Cade il Lilla in casa contro il Guingamp, mentre il Bastia mette in cascina punti importanti nella corsa salvezza in casa del Nizza. Solo un pari 0-0 fra Metz-Rennes, mentre il Nantes lanciato verso la parte alta della classifica si ferma 1-1 in casa contro il Reims.


CLICCA QUI PER SEGUIRE TUTTA L'OTTAVA GIORNATA DI PREMIER LEAGUE

CLICCA QUI PER SEGUIRE TUTTA L'OTTAVA GIORNATA DI BUNDESLIGA 


CLICCA QUI PER SEGUIRE TUTTA LA DECIMA GIORNATA DI LIGUE 1

CLICCA QUI PER SEGUIRE TUTTA L'OTTAVA GIORNATA DI LIGA


LE PARTITE DEL VENERDI' - La decima giornata del campionato francese si è aperta col Paris Saint Germain di Blanc, che allo Stade de France di St Denis ha superato in rimonta per 3-1 il Lens (il cui impianto è in stato di ristrutturazione), passato in vantaggio con Coulibaly; ci pensano Cabaye, Maxwell (con un grande pallonetto) e Cavani su rigore a ribaltare il punteggio e a regalare quei 3 punti che valgono il momentaneo -4 sul Marsiglia capoclassifica. Nella ripresa, diventa protagonista il direttore di gara Rainville, che espelle nello spazio di 5' Gbamin, Cavani e Le Moigne. Alle 21, è andato in scena invece l'anticipo dell'ottava giornata del campionato spagnolo col match di metà classifica tra il Granada, reduce da tre sconfitte consecutive, e il Rayo Vallecano: i 3 punti sono andati in extremis alla formazione madrilena, che si è imposta grazie al gol di Manucho al 92'.