31
Il Boca Juniors è stato eliminato dalla Copa Libertadores, con la squadra di Miguel Angel Russo che ha perso ai rigori contro l’Atletico Mineiro. Ko  agli ottavi, quindi, gli Xeneizes, che non riescono più a vincere la Champions del Sudamerica dal 2007 e che sono coprotagonista di una rissa nel dopo partita. 

La squadra argentina si è lamentata per un gol annullato dall’arbitro Ostojich, che ha tolto la rete con l’ausilio del Var, e a pochi metri dagli spogliatoi sia i giocatori che i dirigenti del Boca sono venuti a contatto con la polizia: altoparlanti e transenne che volano via, lacrimogeni sparati dalla polizia, giornalisti che corrono, urla e mani addosso. Rojo, ex United, prende in mano addirittura un estintore. Il presidente dell'Atletico Mineiro, Sergio Coelho, si è difeso lanciato bottigliette d'acqua verso gli argentini, che hanno accusato i rivali di aver tentato l'ingresso negli spogliatoi gialloblù. In qualche modo, poi, è tutto rientrato.  Con 8 giocatori del Boca fermati per lesioni personali, aggressioni e vandalismo: il portiere Javier Garcia, i difensori Carlos Zambrano, Carlos Izquierdoz e Marcos Rojo, l'attaccante Sebastián Villa, il preparatore dei portieri Fernando Gayoso, l'assistente Leandro Somoza e il dirigente Raúl Cascini


E dopo il match, oltre i video, sono girate anche le foto di quanto successo, con Savinho, talento dell'Atletico Mineiro, che ha postato una storia col suo volto sanguinante.