13
Nonostante il covid, quelli che stanno per iniziare saranno gli Europei più ricchi di sempre. La pandemia ha costretto la UEFA a tagliare il montepremi totale dell’11%, dai 371 originari a 331, che sono comunque la cifra più alta mai spartita nelle sedici edizioni della competizione.

I NUMERI - Ogni partecipante riceverà di base 9,25 milioni più un milione per ogni vittoria e 500 mila per ogni pareggio ai gironi. Ottavi, quarti e semifinali portano rispettivamente 2,5, 2,5 e 4 milioni ciascuno. L’accesso alla finale vale 5 milioni e la vittoria altri 3, per un totale, per la vincente del torneo, di 28,5 milioni di euro: una cifra non altissima, ma comunque consistente.

DUE MILIARDI DI FATTURATO - Per la UEFA si prevede invece un incasso netto superiore agli 847 milioni dell’edizione francese, con un fatturato di addirittura due miliardi di euro, merito del sempre crescente costo dei diritti televisivi e del merchandising, che hanno coperto i mancati incassi dei biglietti. Brand, logo e nome sono rimasti quelli ideati per Euro 2020, sia per una questione di immagine, ma soprattutto per non mandare all’aria tutto quanto prodotto prima del covid, in vista della scorsa estate.