429
Non si poteva più sbagliare e la Roma di Paulo Fonseca, dopo gli ultimi deludenti risultati in campionato e la tensione mista a nervosismo sfociata nei dissidi di spogliatoio degli scorsi giorni, non ha sbagliato, nella partita più importante della sua stagione, finora: alle 21 alla Johan Cruijff Arena di Amsterdam i giallorossi vincono 2-1 in rimonta contro l'Ajax di Erik ten Hag, nell'andata in Olanda dei quarti di finale di Europa League, in attesa del ritorno in programma allo Stadio Olimpico, la prossima settimana. Decidono i gol di Klaassen, su errori di Diawara e Mancini, di Pellegrini su punizione, complice la papera del giovane portiere Scherpen, e di Ibanez su azione d'angolo, ma anche le parate di Pau Lopez, soprattutto quella sul rigore di Tadic causato dall'incauto Ibanez. Infortunio muscolare per Spinazzola. Prova senza appello per i giallorossi, che avevano eliminato lo Shakhtar Donetsk negli ottavi di finale e sconfiggono i Lancieri, che due stagioni fa eliminarono la Juve di Max Allegri e Cristiano Ronaldo nei quarti di Champions League e sono saldamente in testa alla Eredivisie: i capitolini si rialzano dalla crisi nera, con un pari e due sconfitte nelle ultime tre di Serie A e con il tecnico che traballava sulla panchina. Chi passa il turno si troverà di fronte la vincente di Granada-Manchester United, 0-2 oggi in Spagna, in semifinale.

A FINE PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER LEGGERE L'APPROFONDIMENTO DI ALBERTO POLVEROSI PER 100ESIMO MINUTO!