25
Nel primo match della seconda giornata del Gruppo B degli Europei, alla Gazprom Arena di San Pietroburgo la Russia batte la Finlandia per 1-0, grazie a una rete dell'atalantino Miranchuk. Era dal gol di Caniggia contro l'Italia ai Mondiali del 1990 che un giocatore dell'Atalanta non segnava nella fase finale di un Mondiale o di un Europeo.  

Nel primo tempo la Russia tiene il pallino del gioco in mano, anche se trema in partenza a causa di una rete annullata dal Var al finlandese Pohjanpalo per fuorigioco. I russi, che perdono per infortunio Mario Fernandes (uscito in barella), colpiscono un palo con Dzyuba e vanno a segno allo scadere della frazione con una magia di sinistro dell'atalantino Miranchuk.   

Nella ripresa il canovaccio del match è diverso, con la Finlandia alla ricerca del pareggio e la Russia pronta a colpire in contropiede. Nella prima parte del tempo, è Pukki il giocatore che si dà maggiormente da fare, ma senza mai impensierire Safonov. I russi invece vanno vicini al raddoppio con Golovin, che sfiora il palo, con Zhemaletdinov, che calcia ispirato da Miranchuk, e con Kuzyaev, che impegna Hradecky alla parata in corner. Nel finale, la Finlandia va vicina al pareggio con un colpo di testa di poco alto del capitano Arajuuri