1
Da desaparecido in Italia a idolo della sua gente in Argentina con il Boca Juniors. Il ritorno in patria di Lisandro Lopez dopo le deludenti parentesi in Serie A con l'Inter prima e con il Genoa poi, nelle quali ha collezionato la miseria di una apparizione in campionato con i nerazzurri ed un'altra in Coppa Italia con i rossoblù, si sta rivelando una scelta azzeccatissima per il trentenne difensore.

Dopo un intero anno passato in naftalina all'ex centrale del Benfica è bastato respirare l'aria di casa per ritrovare quel posto da titolare divenuto un miraggio negli ultimi mesi. In appena tre gare Lisandro è diventato già un pilastro inamovibile del pacchetto arretrato degli Xeneines. Ieri poi per lui è anche arrivata la gioia del primo gol con la maglia azul-oro. Peccato solo che la sua zuccata vincente, realizzata al quarto d'ora del primo tempo, non sia servita al Boca per superare il Belgrano. Nel finale di gara la squadra di Cordoba è infatti riuscita ad impattare il risultato strappando un prezioso 1-1.

Un punteggio che tuttavia non cancella la gioia di Lopez per essere tornato protagonista su quel prato verde che ultimamente aveva potuto guardare nel migliore dei casi solamente dalla panchina.