122
L'addio di Lorenzo Insigne, il "caso" Kalidou Koulibaly, l'incertezza legata al futuro di Dries Mertens ma non solo; a preoccupare i tifosi del Napoli e il tecnico, Luciano Spalletti, c'è anche la questione che riguarda Fabian Ruiz. Il centrocampista classe 1996, ha il contratto in scadenza nel 2023, proprio come Koulibaly e proprio come il difensore senegalese, al momento non c'è nessun accordo per il rinnovo. Anzi, le possibilità che l'ex Betis prolunghi la propria carriera a Napoli sono molto basse. Il club campano infatti ha proposto il rinnovo di un anno in più rispetto alla scadenza attutale del contratto (ovvero fino al 2024) inserendo anche una clausola rescissoria. Risposta negativa da parte del giocatore, che ad oggi guadagna 2,5 milioni di euro e vorrebbe se possibile aumentare il proprio ingaggio, desiderio che non va di pari passo con il momento storico del Napoli.
TANTI INTERESSAMENTI -  Le squadre che stanno monitorando la situazione del giocatore non mancano, in particolare in Premier League. Oltre al Newcastle, che già a gennaio aveva provato ad ingaggiarlo, anche l'Arsenal è una destinazione possibile. La priorità di Fabian resterebbe quella di tornare in Liga anche se al momento offerte concrete non ne sono arrivate dalla Spagna. Così come dall'Italia, e in particolare da Torino; la Juventus un pensiero ce l'ha fatto ma difficilmente si trasformerà in qualcosa di più concreto. Aurelio De Laurentiis, nonostante la scadenza del contratto sia tra solo un anno e quindi non è da escludere una partenza del giocatore a parametro zero, valuta Fabian circa 30 milioni di euro, ovvero quanto lo pagò quattro anni fa per prelevarlo dal Betis. La speranza, non per Spalletti - che dopo l'ottima annata gradirebbe averlo ancora in rosa - ma per il presidente del Napoli è quella che questa offerta arrivi, senza dover abbassare troppo il prezzo o peggio, non ricavare nulla dalla sua partenza.